Giornata Internazionale a difesa della Sanità Pubblica, il CSC c’è!

La giornata di venerdì 7 aprile 2017 sarà una giornata importante per la sanità pubblica.
Purtroppo in Toscana, in Italia, in Europa, da qualche anno a questa parte si cerca di smantellare la sanità pubblica, per creare, nella migliore delle ipotesi, un sistema sanitario ibrido pubblico-privato. Ora, per chi non si occupa di sanità potrebbe sembrare anche una buona soluzione: più concorrenza, più competizione scientifica, cliniche all’avanguardia ecc. ecc. Purtroppo non è così! La sanità privata o semiprivata ha bisogno di fare profitto. Ora, non tutti gli interventi sanitari sono commercialmente interessanti. Esempio: Il servizio di pronto-soccorso, in quanto non programmabile non è redditizio. La geriatria non è redditizia, se non per pochi aspetti. Molte malattie croniche non sono interessanti sotto un aspetto di redditività! Resterebbero solo degli interventi di alta complessità/intensità di cura come operazioni al cervello, cuore, trapianti di organi, interventi neurochirurgici e poco altro. Tutto il resto verrebbe lasciato al Servizio pubblico. Della serie: dove c’è da guadagnare c’è il privato – al pubblico si lascia tutto il resto! Questo sarebbe la conseguenza dell’ applicazione della dottrina liberista del profitto (dottrina\politica portata avanti dalla Sinistra in Regione Toscana, già dagli anni 80\90 )!
Il Comitato Salute Casentinese per la giornata del 7 aprile ha in programma un Presidio informativo davanti al Plesso Ospedaliero di Bibbiena, dalle 9:00 alle 12:30 per poi nel pomeriggio dividersi in 2 delegazioni per partecipare alla manifestazione con Corteo che si terrà a Firenze dalle 16:00 in Piazza Duomo, e non mancando neppure all’evento organizzato dalle forze politiche alternative al PD a Montevarchi – e nello specifico dal Sindaco di Montevarchi Silvia Chiassai.
La sanità è un bisogno primario e come tutti bisogni primari, non può e non deve essere mercificato.
partecipate e dimostrate di tenere ad un diritto fondamentale come il diritto alla Salute.

Comunicato stampa Comitato Salute Casentinese