Domenica 4 agosto, alle ore 10:45, presso il Castello Landino di Borgo alla Collina (Castel San Niccolò), l’Accademia casentinese invita Giovanni Caselli a tenere una conferenza sul tema “I segreti della Massa Trabaria. Cosa scopre lo storico che cammina”.

Giovanni Caselli, nato a Bagno a Ripoli nel 1939, è uno studioso di formazione culturale inglese. Già docente di antropologia del paesaggio, illustratore e divulgatore, ha ricoperto numerosi incarichi e tenuto conferenze in Italia e all’estero, oltre ad aver pubblicato innumerevoli libri. Ha collaborato con figure prestigiose del mondo della cultura a livello internazionale.

Caselli ci parlerà della Massa Trabaria, cioè un’area che non è stata descritta da altri storici in maniera adeguata. Si tratta del versante orientale dell’Appennino tra Rimini e Pesaro, degli alti bacini del Marecchia e del Foglia. L’autore si era spesso chiesto perché la Toscana si insinui fino a Sestino tra Marche e Romagna. Cosa può aver causato questa stranezza. Da questa curiosità iniziale muove uno studio approfondito e dettagliato di questa area geografica, della quale si evidenzieranno le origini storiche, la straordinaria importanza commerciale ed economica così come la sua importantissima posizione strategica. Non mancheranno riferimenti alle trasformazioni economiche e demografiche più recenti di questi luoghi, così come ad osservazioni sull’importanza di possedere un metodo adeguato per lo studio e la raccolta di informazioni sul campo.

Opera di Cinzia Piantini

Sempre domenica 4 agosto sarà inaugurata, allo stesso orario, la mostra di pittura di Cinzia Piantini. L’autrice, che risiede a poche centinaia di metri dalla sede della nostra Accademia, si caratterizza per uno stile realistico ed un rigoroso studio nella stesura del colore, così come per una ricerca attenta dei soggetti da dipingere.

Comunicato stampa
Accademia casentinese di lettere, arti, scienze ed economia
Il Consigliere, Claudio Bargellini
Castel San Niccolò, 30 luglio 2019