I tappeti per auto tra gli accessori più venduti in rete

In gomma personalizzati o in tessuto, antiscivolo o con fantasie stabilite in base ai propri gusti: i tappetini per auto rappresentano un prodotto tra i più venduti parlando del mercato dei prodotti per vetture. Un comparto piuttosto fiorente nel nostro paese dato che, in Italia, per questioni culturali e di abitudine si tende ad avere massima attenzione per la cura della propria auto.
Il mercato come si diceva è piuttosto importante e di recente è cresciuto su ritmi vertiginosi grazie alla spinta arrivata dalla rete: è sul web che avvengono le principali transazioni di accessori per auto grazie alla proliferazione di portali appositi. E tra questi, i più ricercati sono proprio i tappetini per auto.

Tipologie di tappeti auto

Andando ad analizzare la questione per sommi capi e dividendo il tutto in macro categorie, è possibile dividere il mondo dei tappetini auto in due grandi aree: i tappetini in gomma e quelli in tessuto. Ciascuno con propri vizi e virtù.
I tappetini in gomma sono quasi sempre preferibili per un discorso di prezzo, in quanto risultano essere maggiormente economici: inoltre sono più facilmente pulibili, dato che lo sporco può essere rimosso tramite lavaggi anche piuttosto rapidi.
Cosa che invece non avviene per i tappetini in tessuto, o moquette; che sono decisamente più delicati e richiedono maggiori cure. Tra l’altro questi ultimi hanno minor resistenza al clima particolarmente rigido. Perché preferire, allora, i tappeti in moquette? Semplice, per un discorso di estetica ed eleganza: i tappeti auto in moquette rappresentano sempre una sicurezza parlando di questi due fattori.

Il mercato dei ricambi auto

Il mercato dei ricambi auto in Italia è un settore da sempre importante, partendo proprio dal legame atavico cui si faceva riferimento tra italiani ed auto di proprietà. nell’ultimo anno il discorso è venuto un po’ a scemare a causa del Covid che ha imposto cambi di rotta e di abitudini.
Il settore dei trasporti in generale è calato, viste le imposizioni stringenti: anche il mondo delle vetture ne ha risentito (si sono registrati record negativi in materia di vendite di vetture di nuova immatricolazione) anche parlando di pezzi di ricambio.
Per i primi 6 mesi del 2020, tanto per dare qualche parametro di riferimento, si parlava di un calo di fatturato per il settore dei ricambi auto che arrivava ad un -30%. Un dato ovviamente ‘drogato’ dalla pandemia, perchè quello delle vetture e dei ricambi per auto resta comunque un comparto trainante per l’economia nostrana.