Il mondo della scuola al centro dell’attività amministrativa di “Poppi nel Cuore”

La lista con Carlo Toni come candidato a sindaco ha presentato i progetti 2024-2029 per infanzia e istruzione


La volontà è di dar seguito allo sviluppo dei servizi e agli oltre tre milioni di euro già investiti in edilizia scolastica

POPPI (AR) – Il mondo della scuola al centro dell’attività amministrativa di “Poppi nel Cuore”. Il programma 2024-2029 della lista con Carlo Toni come candidato a sindaco contiene un particolare focus sulle politiche per l’infanzia e per l’istruzione, con la volontà di dar seguito allo sviluppo dei servizi rivolti alle famiglie e agli oltre tre milioni di euro investiti sull’edilizia scolastica nell’ultimo quinquennio. I principali interventi messi in cantiere, in quest’ottica, riguarderanno la realizzazione del plesso scolastico di Badia Prataglia con l’avvio dei lavori dal mese di luglio e la conclusione degli interventi per l’efficientamento energetico e per la palestra della scuola secondaria di primo grado di Poppi, e per il nido di Poppi che porterà all’apertura anche della nuova sezione per i lattanti con il raggiungimento del traguardo del 43% di bambini fino a tre anni che potranno accedere a sistemi di educazione e cura per la prima infanzia. Una rinnovata attenzione sarà rivolta pure alla riprogettazione di arredi idonei per ogni istituto e alla cura degli spazi verdi esterni, a partire dalla scuola primaria di Poppi.

Tra le priorità di “Poppi nel Cuore” rientra anche il mantenimento di un’offerta scolastica diffusa, capillare e di qualità attraverso l’implementazione di maggiori servizi in orario pomeridiano quali aiuto ai compiti e doposcuola anche a Badia Prataglia, l’educazione all’aria aperta sfruttando in termini educativi il patrimonio naturalistico e paesaggistico locale, l’adeguamento degli spazi delle scuole in termini di inclusione e apprendimento attivo, il proseguo dello scuolabus per il trasporto di bambini e ragazzi, l’inclusione scolastica di alunni con bisogni speciali, il consolidamento di un sistema di supporto psicologico e pedagogico utile anche a contrastare le povertà educative, e la continuità del progetto di educazione motoria per le scuole dell’infanzia. Le iniziative di promozione della lettura faranno infine leva sui 1.129 libri acquistati tra il 2020 e il 2024 per le biblioteche scolastiche, con un investimento pari a 16.807 euro. «La scuola è sempre stata prioritaria nella nostra azione amministrativa – ricorda Carlo Toni. – La volontà è di dare continuità a questa azione e di attuare nuovi progetti di edilizia scolastica, di consolidare le iniziative dal forte valore educativo come la giornata della memoria, i concerti delle scuole, le borse di studio per summer camp musicali, e le attività teatrali e sportive, e di sviluppare servizi quali i centri estivi comunali e il sostegno ai compiti per rinforzare le competenze scolastiche e per non lasciare indietro nessuno. Riteniamo, inoltre, importante sostenere e attuare il Patto Educativo Territoriale del Casentino con un’alleanza tra enti, scuole, soggetti economici e associativi finalizzata al rafforzamento dei legami per l’investimento sulle competenze della comunità per sostenere lo sviluppo locale e contrastare lo spopolamento».

Ultimi Articoli

Il borgo di Raggiolo ospita la prima Festa del Gioco

L’evento, rivolto ai bambini e alle loro famiglie, sarà tra le 14.00 e le 19.00 di domenica 26 maggio Il programma proporrà giochi di legno...

Prospettiva Casentino dona due borse di studio a 2 studenti casentinesi

  Donate anche quest’anno due borse di studio per esperienze all’estero a studenti dei due istituti superiori del Casentino Una delle azioni che Prospettiva Casentino sostiene...

Insieme… sportivamente: a Bibbiena un progetto di sport e inclusione

Si è svolto questa mattina presso la piscina di Bibbiena, il progetto Insieme…sportivamente, partito da una collaborazione tra province di Grosseto, Siena e UPI...