In fuga dalle città: una domenica verso il cuore fresco e selvaggio del parco delle Foreste casentinesi

Agenti del CFdS, forestali, guardiaparco, Foresta della Lama, PN Foreste Casentinesi, Emilia Romagna.

Alla Lama con gli scarponi, in mountain bike, in bicicletta a pedalata assistita e col battello elettrico da Ridracoli
Possibile rientro al Cancellino, su prenotazione, con il pulmino

“Con bici e scarponi” alla Lama è un appuntamento tradizionale dell’estate del Parco nazionale. Il pianoro è la rappresentazione forse più compiuta – ai margini di Sasso Fratino, la prima riserva naturale integrale italiana – della wilderness nelle Foreste casentinesi.
Domenica sarà raggiungibile con programmi organizzati dalla località “Cancellino”, tra Badia Prataglia e il passo dei Mandrioli, dai “Fangacci” di Badia Prataglia (percorrendo uno dei sentieri escursionistici più suggestivi, quello denonominato “Degli scalandrini”), oppure dal coronamento dell’invaso di Ridracoli con il battello elettrico: a piedi o in e-bike per l’ultimo breve tratto.
I venti chilometri necessari per raggiungere dal Cancellino la pianeggiante convergenza delle acque dalle scoscese montagne circostanti prima di degradare verso l’invaso di Ridracoli sanciscono il primato per lunghezza in Italia di questa pista che una volta ospitava una ferrovia a scartamento ridotto a servizio forestale. Molto probabilmente il maestoso paesaggio di faggi e abeti bianchi, intervallati da panorami sterminati su una natura selvaggia, la rendono anche una fra le più belle. “La pista forestale più bella d’Italia” – è l’opzione consigliata a tutti gli appassionati del cicloescursionismo. Sarà in partenza alle 10. Il tragitto di andata, accompagnato da una guida, è quasi tutto in discesa. Si consiglia il casco. Per il ritorno, su prenotazione, è possibile sfruttare il servizio di pulmini con carrello.
L’itinerario a piedi prevede il ritrovo alle 9 al centro visita del Parco nazionale di Badia Prataglia. Verrà accompagnato da una guida escursionistica. Il percorso è lungo circa 6,5 chilometri e ha un dislivello di 400 metri.
Alle 13 presso la foresta della Lama ci sarà un pranzo oganizzato con prodotti tipici e l’animazione con “I badalischi”.
Il costo di partecipazione con pranzo è di quindici euro. I bambini fino a sei anni pagano il ridotto di dieci euro. Chi non usufruisce del pasto paga 8 euro (ridotto 3 euro). Il rientro in bus con servizio trasporto bici in carrello comporta una spesa aggiuntiva di due euro; il noleggio della mountain bike di cinque euro.
Per il noleggio eventuale delle mountain bike, il pranzo e ritorno in pulmino la prenotazione è obbligatoria entro il 28 luglio.
Informazioni e prenotazioni presso il centro visita del Parco di Badia Prataglia (tel. 0575. 559477, tutti i giorni 9:12,30 – 15:18; cv.badiaprataglia@parcoforestecasentinesi.it), l’ufficio informazioni del Parco di Pratovecchio (tel. 0575. 503029, dal lunedi al venerdi dalle 9 alle 13) o la cooperativa Oros (tel. 335. 6244537; info@orostoscana.it).
Il “percorso a piedi e in battello elettrico” dall’invaso di Ridracoli prevede il ritrovo all’ecomuseo delle acque dell’invaso (Idro) alle 9, 30. Il battello elettrico lascerà gli escursionisti presso la “Zattera del comignolo” per affrontare il breve tragitto verso la Lama (cinque chilometri, 200 metri di dislivello, per circa un’ora di cammino). Si raccomanda di portare abbigliamento adeguato alle escursioni (cappellino. k-way e scarponcini), acqua, ed eventuale pranzo al sacco. Il costo è di 15 euro per gli adulti e 8 per i bambini fino a dodici anni.

Informazioni e prenotazioni presso Idro, ecomuseo della acque di Ridracoli (ladigadiridracoli@atlantide.net): tel. 0543. 917912.
“Il percorso in e-bike e battello elettrico” parte dal Mulino di Culmolle (Bagno di Romagna) alle 9. E’ organizzato da Massimo Schiumarini (schiumassimo@alice.it), tel. 335. 6630487, Casentinoebike (info@casentinoebike.it), tel. 339. 6467966 e Mulino di Culmolle (info@mulinodiculmolle.it), tel. 0543. 913039.
Per ciò che concerne le due proposte dal versante romagnolo i partecipanti potranno pranzare al sacco o prendre parte al pranzo organizzato in loco al costo di 11 euro per gli adulti e otto euro i bambini fino ai sei anni.
La prenotazione del pranzo fa fatta entro giovedi 28 luglio presso il centro visita del Parco di Badia Prataglia (tel. 0575. 559477, tutti i giorni 9:12,30 – 15:18; cv.badiaprataglia@parcoforestecasentinesi.it), l’ufficio informazioni del Parco di Pratovecchio (tel. 0575. 503029, dal lunedi al venerdi dalle 9 alle 13) o la cooperativa Oros (tel. 335. 6244537; info@orostoscana.it).

U.s. parco nazionale Foreste casentinesi, monte Falterona e Campigna

1. 5

Uno scorcio del Parco

2. 5

Mountain bike a San Paolo in Alpe (Archivio parco)

3. 5

Cartellonistica

4. 5

Bus Lama

5. 5

Escursionisti