“Arezzo back in time”… e il capoluogo si immerge nel passato!

Un tuffo nel passato. In tre periodi differenti, per tre giornate dedicate alla storia e al divertimento. Legionari romani, menestrelli di corte e mastri artigiani riuniti tutti contemporaneamente dal 29 al 31 luglio, nella prima edizione cittadina di “Arezzo back in time” che trasporterà il capoluogo toscano in tre epoche diverse; presentate in tre location accuratamente selezionate. L’Arena Cilnia dell’Anfiteatro romano, in via Margheritone 10, ospiterà la civiltà etrusca e romana, la Fortezza medicea si proietterà nel medioevo e nella splendida piazza Vasari (Piazza Grande) si rivivrà il periodo rinascimentale. Tutte le giornate della manifestazione vedranno un ricco programma di eventi che si svolgeranno simultaneamente nei tre luoghi, dal pomeriggio fino alla sera.

Nell’arena del vecchio anfiteatro, l’epoca etrusco-romana, che conterà circa venti tende, sarà contraddistinta dalla presenza di tre accampamenti principali (etrusco, romano e gallico) dove, i gladiatori, saranno i veri protagonisti. Si potrà assistere a danze e musiche dell’epoca e i visitatori potranno cimentarsi in antichi giochi da tavola. Si rivivranno combattimenti, cerimonie e sarà allestita persino una scuola di scrittura etrusca.

Mangiafuoco, giullari, giostre e battaglie caratterizzeranno invece l’area medievale, nella suggestiva Fortezza e nei giardini del “Prato” circostante. Trenta tende, area tornei, cittadella del Saracino e accampamenti militari per dare ai turisti l’impressione di rivivere in una civiltà ormai perduta. E ancora: giochi con la palla, tiri con l’arco e la balestra, musici, sbandieratori e racconti eroici per grandi e piccini.

Infine piazza Vasari vestirà i colori del Rinascimento. Tra armaioli, mercati storici e mercati artigianali, non mancheranno danze, musiche e spettacoli. Un intero palazzo risplenderà dello sfarzo nobiliare dell’epoca con una mostra di abiti all’interno, il corpo di guardia, la sala d’armi e il convivio. Mentre all’esterno, prenderà vita l’assalto al mercato.

Un evento unico nel suo genere, quindi. “Ad oggi è la prima manifestazioni multiepoca e multizona mai realizzata”, precisa l’assessore Marcello Comanducci che, insieme al vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini, ha presentato l’iniziativa alla stampa. “Back in time – continuano i rappresentanti del Comune – nasce come un grande spettacolo di intrattenimento realizzato con persone che fanno in maniera professionale rievocazioni storiche” con tutti i figuranti, aggiungono, “rigorosamente in costume”. Ma le sorprese non finiscono qui. E gli organizzatori promettono che le varie aree della manifestazione saranno collegate da iniziative collaterali con l’intento di creare, intorno a questi tre momenti, un evento unico e connesso. Tutte le informazioni sul sito www.arezzobackintime.com. Appuntamento dunque, per aretini e non, a venerdì 29 luglio.