Incontro tra il Movimento casentinese “Salviamo l’Ospedale e i Servizi del Territorio” e i Sindaci del Casentino

Mercoledì 21 febbraio 2018 alle ore 14.00, presso la sede dell’Unione dei Comuni del Casentino, si sono riuniti il Movimento “Salviamo l’Ospedale e i Servizi del Territorio” e gli amministratori del Casentino, tutti presenti con l’unica eccezione del primo cittadino di Castel San Niccolò. Il Movimento ha portato all’attenzione una serie di tematiche necessarie a garantire nel futuro la piena operatività dell’Ospedale del Casentino, con le branche specialistiche attualmente presenti, “tra le quali – spiegano i coordinatori – riteniamo assolutamente necessario che rimangano la chirurgia, il pronto soccorso e la rianimazione sulle 24 ore”.

Le questioni portate all’attenzione degli amministratori erano:
• il mantenimento e il controllo di quanto sottoscritto con i Patti territoriali;
• il mantenimento dell’autonomia del Distretto del Casentino, per evitare situazioni di subalternità rispetto alla Valtiberina;
• il riconoscimento, ai sensi della normativa vigente, del Casentino come area disagiata e svantaggiata;
• il mantenimento del Pronto Soccorso con le professionalità mediche dedicate all’emergenza-urgenza;
• il mantenimento della rianimazione 24 ore su 24;
• il mantenimento di una chirurgia adeguata ed efficiente;
• la possibilità di effettuare reinterventi operatori su pazienti operati a Bibbiena;
• la programmazione fin da subito della sostituzione del Dr. Rinnovati, di cui a fine anno è previsto il pensionamento;
• la possibilità di effettuare interventi chirurgici di urgenza durante l’orario di apertura della chirurgia programmata;
• l’elaborazione di un piano di abbattimento delle liste di attesa, nonché la riduzione del pendolarismo degli assistiti;
• l’acquisto di uno strumento per effettuare le mammografie a Bibbiena;
• la richiesta di capire a che punto siamo con la Casa della Salute di Bibbiena;
• il riconoscimento del Movimento al tavolo delle trattative tra gli amministratori e l’Azienda Usl Toscana Sud Est;
• un’iniezione di fiducia per tutti gli operatori guardando al futuro.
“L’incontro è stato indubbiamente costruttivo, poiché le tematiche proposte dal Movimento sono state condivise in larga maggioranza dagli Amministratori presenti., anche se ovviamente rimangono da approfondire alcuni aspetti” – spiegano i coordinatori. Gli stessi amministratori si sono impegnati a continuare il percorso intrapreso con il Movimento dopo un loro incontro che avverrà nella prossima settimana.

C.S. – I coordinatori del Movimento casentinese Salviamo l’Ospedale e i Servizi del Territorio