Incrementi a doppia cifra per Citroën nell’ultimo trimestre

Il Gruppo PSA negli ultimi anni ha saputo conquistarsi un posto tra i primi costruttori a livello europeo grazie alla vivacità dei propri marchi e alla gamma di veicoli rinnovata sotto tutti i punti di vista. A testimoniare questa crescita è Citroën, che a partire dal mese di aprile, ha fatto registrare dati di vendita positivi con incrementi a doppia cifra. Tale successo è dovuto ai consensi di pubblico e critica fatti registrare da modelli come la C3, che da inizio 2018 ha già superato le 17.600 immatricolazioni, posizionandosi tra le prime tre vetture nel proprio segmento di appartenenza.

Anche il modello di C3 AirCross, grazie alle oltre 6.400 immatricolazioni sta rapidamente scalando la classifica nel segmento dei SUV compatti, ma in questi dati positivi rientra anche la C4 Cactus, per quanto riguarda le vendite ai privati. La gamma delle berline Citroën ha fatto segnare risultati davvero incoraggianti e il modello C4 Cactus risulta essere la terza vettura più venduta del segmento C. Analizzando in generale il mercato vendite dell’ultimo trimestre 2018, l’azienda francese performa bene per quanto riguarda il canale di vendita ai privati. Un dato in controtendenza con quello generale del settore che in questi primi mesi dell’anno ha fatto registrare una leggera flessione. Basta pensare che dall’inizio dell’anno Citroën registra un incremento generale di vendite del 21%, raggiungendo la quota di mercato del 5% sul totale delle autovetture immatricolate in Italia.

A contribuire a questo successo di Citroën non solo la gamma delle automobili messa in vendita, ma tutto questo è avvenuto anche grazie a politiche commerciali e promozionali innovative e che cercano di coinvolgere i futuri acquirenti. Una testimonianza di questo sono i “Free Sundays”, originale iniziativa in linea con la sua firma “Inspired by you”, che ha visto gli autosaloni del gruppo PSA chiudere nella giornata di domenica a favore di iniziative legate alla scoperta delle bellezze del nostro territorio. Un’operazione realizzata in collaborazione con il progetto Bandiere Arancio del Touring Club Italiano, e che ha permesso a Citroën, nel mese di aprile, di aumentare i contratti rispetto allo stesso mese dello scorso anno, lasciando soddisfatti i clienti, collaboratori e tutta la rete dei concessionari come indicato dal Direttore Brand Citroën in Italia Angelo Simone.

I risultati positivi si estendono anche nel settore dei veicoli commerciali, grazie alle oltre 4.500 immatricolazioni ottenute nei primi sei mesi del 2018, facendo registrare un incremento anno su anno del 16%. Tutti i principali modelli della gamma registrano risultati positivi: Berlingo ottiene un +6%, Jumpy il +12% e Jumper chiude il mese con un ottimo +25%. Un segno evidente che la strategia francese ottiene i frutti sperati, grazie anche allo straordinario impegno messo in campo per migliorare le vetture non solo dal punto di vista estetico, ma anche per quello che riguarda le soluzioni tecnologiche e di sicurezza che vengono garantite di serie, e come optional, su ogni modello della gamma.