Isiss Enrico Fermi di Bibbiena: un’assemblea studentesca… «da ricordare!»

Le assemblee di istituto sono da sempre ricordate dagli studenti come dei giorni di autentico relax, dove non ci sono lezioni né tantomeno interrogazioni. Ma non è sempre così. All’Isiss Fermi di Bibbiena venerdì scorso si è svolta un’assemblea che rimarrà nella storia e non solo di questa scuola.

Sono stati un gruppo di ragazzi e ragazzi a promuovere e organizzare interamente la giornata del 26 Gennaio: Eliga, Tarantini, Cugusi, Formichi, Falsini, Boschi, Bracciali, Acciai, Castaldo, Pontillo, coordinati dai rappresentanti di Istituto
Alessandro Versari e Christian Piscardi.

Le varie aule sono state organizzate in modo da ospitare eventi diversi e far scegliere ad ogni ragazzo il percorso sentito più vicino. Ad inizio mattinata è stato fatto riempire da ogni studente un foglio per capire le preferenze, così da dividere in modo equo gli studenti nei vari percorsi, così da sovraccaricare le aule e rendere tutto più strutturato.
Sono stati selezionati alcuni film legati al tema della Shoah, invitato Angiolo Checcacci deportato a Dachau; è stato inoltre promosso un incontro specifico sul funzionamento della legge elettorale, attivate aule di lettura guidata. Uno dei momenti più toccanti e partecipati è stato l’incontro con la comunità di Baciano struttura aretina che dal 1983 opera a fini sociali, erogando servizi di valenza terapeutica e riabilitativa a favore di soggetti tossicodipendenti, oltre a servizi di aiuto e sostegno alle loro famiglie e a quello di prevenzione per l’intero territorio. i ragazzi si sono aperti, confrontati, hanno condiviso storie, racconti di vita.

Il Dirigente Egidio Tersillo ha commentato: “Il messaggio che i ragazzi dell’Isiss Fermi hanno lasciato a tutti è sorprendente: hanno rimesso al centro della loro agenda dei momenti di vera riflessione; autonomamente hanno riconquistato per loro lo spazio dell’Assemblea, facendolo diventare un momento di gestione interna, di alta riflessione, di approfondimento e di crescita personale. Ciò che mi ha colpito in modo particolare è stata l’organizzazione: lineare, perfetta, senza sbavature. Tutto è funzionato in modo perfetto. Questi ragazzi hanno dimostrato una grande maturità, sono fiero di loro, pertanto cercheremo di collocare le ore all’interno dell’alternanza scuola-lavoro”.
Comunicato stampa
Bibbiena, 29 gennaio 2018