La bibbienese Monica Dinu vincitrice del premio nazionale SINU

E’ bibbienese, è giovane, è donna – una di quelle che hanno le idee chiare e tanta voglia di arrivare – la vincitrice, a livello nazionale, del prestigioso premio Gianvincenzo Barba della Società Italiana di Nutrizione Umana, organismo leader nella ricerca in questo settore. Il suo nome è Monica Dinu, ventisettenne dottoranda di ricerca alla facoltà di Medicina in Fiosiopatologia della Nutrizione dell’Università di Firenze.
Il Sinu ( Società Italiana nutrizione umana) ha riconosciuto a Monica il premio ad un suo lavoro considerato il migliore contributo scientifico 2016 fornito dai ricercatori con meno di 35 anni e pubblicato nella rivista Critical Reviews in Food Science and Nutrition.
La ricerca, dal titolo “Vegetarian, vegan diets and multiple health outcomes: a systematic review with meta-analysis of observational studies”, ha analizzato, per la prima volta le diete vegetariana e vegana in modo separato e fatto un resoconto sui possibili benefici.
Da anni infatti, Monica fa ricerca proprio sulla dieta vegetariana e questo suo lavoro è stato riconosciuto dal Sinu il migliore per l’apporto innovativo dato appunto alla ricerca e ad una valutazione separata delle due diete proposte.
Monica si definisce “onorata” del prestigioso riconoscimento, ma lo fa sempre con la modestia di una giovane donna consapevole della strada che ancora dovrà percorrere. Giovane sposa, impegnata attivamente nel volontariato con il gruppo “Casentino senza frontiere”, ha dalla sua parte una grande forza interiore e una fierezza che colpiscono alle prime parole. Formatasi nelle scuole casentinesi e volata a Firenze per coronare il sogno, ossia quello di fare ricerca sulla nutrizione e soprattutto sulla dieta vegetariana, ha ancora voglia di dare il suo contributo e di crescere.

Comunicato stampa – Comune di Bibbiena