La FIAF inaugura a Bibbiena sei nuove opere della Galleria Permanente a Cielo Aperto

La FIAF inaugura a Bibbiena – Città della Fotografia – sei nuove opere della Galleria Permanente a Cielo Aperto e la mostra “Cronache Quaranteniche, diario fotografico di un anno di pandemia”

 Un weekend ricco di appuntamenti fotografici quello delo prossimo 17 e 18 Luglio a Bibbiena, a conferma del grande impegno della FIAF per la costante promozione della fotografia italiana

Vernissage e Tour Guidato: Sabato 17 luglio, ore 16.00 con la presenza di alcuni degli Autori

Bibbiena, 14 luglio 2021 – In occasione del 73° Congresso Nazionale la FIAF, Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche, inaugurerà il prossimo sabato 17 luglio alle ore 16.00 a Bibbiena (AR) sei nuove opere della Galleria Permanente a Cielo Aperto e la nuova Mostra “Cronache Quaranteniche, diario fotografico di un anno di pandemia” presso il CIFA, Centro Italiano per la Fotografia d’Autore (Via delle Monache 2).

La Galleria di Bibbiena è il primo esempio in Europa di esposizione permanente di fotografia a cielo aperto e la più grande installazione diffusa di opere fotografiche in grande formato collocate permanentemente sulle facciate dei palazzi e lungo le mura dell’antico centro storico di Bibbiena.

L’iniziativa della Galleria, nata nel 2016 durante un incontro organizzato dalla FIAF presso Centro Italiano della Fotografia d’Autore (CIFA), permette al visitatore di compiere, camminando per le vie del borgo, un viaggio nella nostra storia, nei ricordi e negli episodi del nostro passato, un percorso illustrativo della potenza delle immagini e dell’essenza del lavoro del fotografo, un’espressione della tecnica fotografica a supporto della creatività.

Alla Galleria a Cielo Aperto di Bibbiena, che comprende già 32 opere di grandi dimensioni dei più importanti Autori della fotografia italiana, saranno aggiunte ulteriori sei lavori donati da altrettanti grandi Autori della fotografia italiana e, nello specifico, si tratta di:

  • Shangai, 2010 di Ivano Bolondi
  • Insediamento di Bet Hadassa Hebron, West Bank 1992 di Francesco Cito
  • Dario Fo, Milano, casa dell’artista, 27 aprile 1996 Di Guido Harari
  • da Il Dono, 2000-954-12: Rituale Vudù cascate di Aguas Blancas, Haiti, 2000 di Giorgia Fiorio
  • Immagine per la copertina di “Tempo” n. 22 del 15-22 giugno 1946 di Federico Patellani
  • Biafra, 1968 di Romano Cagnoni

Le trentadue opere di grandi dimensioni che già compongono la Galleria sono, invece di: Marina Alessi, Vasco Ascolini, Gabriele Basilico, Gianni Berengo Gardin, Piergiorgio Branzi, Lisetta Carmi, Lorenzo Cicconi Massi, Mario Cresci, Mario De Biasi, Stanislao Farri, Franco Fontana, Maurizio Galimberti, Mauro Galligani, Giovanni Gastel, Mario Giacomelli, Giorgio Lotti, Uliano Lucas, Pepi Merisio, Nino Migliori, Fulvio Roiter e Francesco Zizola. A queste si aggiungono, nelle strutture della terrazza panoramica, le opere di Stefania Adami, Francesco Comello, Enrico Genovesi, Raoul Iacometti, Fabrizio Tempesti e Marco Urso.

Tutte le fotografie della Galleria sono di grandi dimensioni – formato minimo 150×100 cm – stampate su materiale d-bond trattato per esterni e montate su cornici in Corten con bordo di 20cm. Le istallazioni sono state realizzate con il contributo di Aziende locali e del Comune di Bibbiena, della Regione Toscana mentre le ultime sei sono state realizzate grazie ad un contributo della Fondazione CR Firenze.

Sempre nel corso del 73° Congresso Nazionale, la FIAF inaugurerà anche la nuova Mostra “Cronache Quaranteniche, diario fotografico di un anno di pandemia”, presso il CIFA di Bibbiena fino al 5 Settembre 2021.

“Cronache Quaranteniche” è il progetto fotografico nazionale che raccoglie i lavori di fotografi e fotoamatori che hanno documentato con le loro immagini un periodo certamente unico della storia, con le nostre vite catapultate improvvisamente in una dimensione che mai avremmo potuto immaginare.

La Mostra permette di ripercorrere le diverse fasi della pandemia di COVID-19 susseguitesi fra il marzo 2020, data del primo lockdown, e il marzo 2021, con la campagna di somministrazione dei vaccini che segna l’inizio di una nuova era nel contrasto alla pandemia, offrendo nuovi spunti di riflessione sui profondi cambiamenti sociali, delle modalità di lavoro e delle condizioni economiche, anche alla luce delle disuguaglianze introdotte dalla pandemia.

Il Congresso Nazionale è l’appuntamento annuale durante il quale la FIAF, oltre a rinnovare gli organi sociali, consegna i premi tra cui quello per la Foto dell’Anno e conferisce le onoreficene tra cui quella prestigiosa di Maetro della Fotografia Italiana che, per l’anno 2020 è stata assegnata a Lorenzo Cicconi Massi per gli eccezionali meriti fotografici e per la lunga e straordinaria attività d’autore.

Per la prima volta, quest’anno, il Congresso si svolge in una sede istituzionale della FIAF, la sede culturale della federazione, il CIFA, Centro Italiano della Fotografia d’Autore, un luogo che dal 2005 ospita tante attività culturali, espositive, sperimentali, oltre ad essere anche il centro Organizzativo dei Progetti nazionali della Federazione.

“Siamo felici di poter portare al CIFA il nostro 73° Congresso Nazionale e ospitare a Bibbiena i grandi Autori della Fotografia Italiana, gli appassionati di fotografia e i visitatori che vorranno unirsi a noi in questa tre giorni di eventi e appuntamenti fotografici – ha dichiarato Roberto Rossi, Presidente FIAF – E’ un sogno poter riaprire le porte del CIFA, un luogo che in queste occasioni diventa anche la casa di tutti coloro che amano la fotografia perchè tanto di quello che vedrete esposto qui e per le strade della città è opera di tutti noi, del lavoro di molti volontari e delle donazioni di tanti famosissimi fotografi. In questi anni la nostra Federazione si è costantemente impegnata nel dare voce a tutti coloro che cercano nella fotografia riscatto, passione, amore e voglia di condivisione e nel formare e aprire la strada a nuovi talenti della fotografia italiana. Ringrazio l’Amministrazione Comunale e le Aziende del territorio che hanno collaborato con il CIFA e che ci hanno permesso di poter accogliere nuovamente a Bibbiena tutti gli appassionati e i sostenitori della grande fotografia italiana”.

L’inaugurazione delle sei nuove installazioni di Bibbiena Città della Fotografia, Galleria Permanente a Cielo Aperto si terrà il giorno 17 luglio 2021, a partire dalle ore 16,00. E’ previsto un percorso guidato con partenza dal CIFA, Centro Italiano della Fotografia d’Autore, in Via delle Monache 2.

 All’inaugurazione saranno presenti, oltre a Roberto Rossi Presidente della FIAF, Claudio Pastrone Presidente del CIFA e i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, anche molti dei grandi Autori le cui opere sono esposte nella galleria.

Prima dell’inaugurazione, presso il CIFA si terrà, alla presenza degli Autori, il vernissage della mostra collettiva “Cronache Quaranteniche, diario fotografico di un anno di pandemia”.

Per accreditarsi all’inaugurazione potete contattare Barbara Gemma La Malfa, ufficio stampa FIAF all’indirizzo barbara.lamalfa@seigradi.com.

Il programma completo del 73° Congresso Nazionale della FIAF è disponibile a questo link: http://www.fiaf.net/regioni/nazionale/73-congresso-fiaf-a-bibbiena-il-programma/

FIAF

Fondata nel 1948 a Torino, la FIAF è un’associazione senza fini di lucro, attenta da sempre alle tendenze e alle istanze culturali della fotografia italiana, che si prefigge lo scopo di divulgare e sostenere la fotografia amatoriale su tutto il territorio nazionale. In oltre settant’anni di storia la FIAF non ha cambiato il suo originale intento ed oggi annovera circa 5.500 associati e 550 circoli affiliati, per un totale di oltre 40.000 persone coinvolte nelle attività dell’Associazione, accomunate dalla passione per il mondo della fotografia e a cui fornisce molteplici servizi, dai più pratici mirati al sostegno alle organizzazioni a quelli rivolti alla formazione e alla crescita culturale di ogni singolo associato. www.fiaf.net