La Fiera storica del Tannino a Bibbiena Stazione

Il 1° dicembre a Bibbiena Stazione

Le fiere storiche vanno sostenute e questa amministrazione  a breve si attiverà con un piano di rilancio che possa riportare questi eventi al centro di quell’attenzione comune che un tempo avevano di diritto come luoghi di incontro e di scambio”. Con queste parole l’Assessore Daniele Bronchi promuove l’evento di domenica 1° dicembre, con il quale Bibbiena Stazione apre le porte al Natale e si prepara, come tutto il territorio di Bibbiena, a vivere un mese di feste, momenti di cultura e divertimento. Domenica al Tannino – luogo storico da cui prende il nome la fiera – ci sarà l’accensione delle luminarie, un “clic” metaforico per dirci che il momento più magico dell’anno è arrivato. Per l’occasione saranno aperti tutti i negozi, ci saranno mercatini, mostre di pittura, attrazioni per i bimbi come i Pokemon in carta e  gonfiabili. Il tutto promosso da Confcommercio, Comune di Bibbiena, commercianti di Bibbiena Stazione e il supporto di Ceg.

Con l’accensione delle luminarie di Bibbiena Stazione inizia di fatto il periodo natalizio che coinvolgerà tutto il territorio comunale. Molte le iniziative a partire dal Casentino Christmas Valley.

L’Assessore Daniele Bronchi coglie l’occasione per fare il punto anche sul mercato settimanale del giovedì: “Il mercato, dopo lo spostamento, sta andando davvero bene. A dirlo non sono io ma la gente di Bibbiena, gli ambulanti e anche i commercianti. La nuova collocazione ha ridato vitalità al centro storico che, durante il mercato, beneficia di questo nuovo passaggio in Viale Garibaldi che riesce ad unire maggiormente i borghi e Piazza Grande. A questo proposito va rilevato un altro dato assolutamente significativo. Anche Piazza Tarlati sta diventando un punto di interesse e la nuova manovra attivata dall’amministrazione ha cooperato a farla diventare una vetrina per i produttori locali. E questo è un punto di partenza importante da valorizzare e sviluppare ancora di più nel futuro”.

Comunicato stampa

Ultimi Articoli

L’uva Sangiovese: l’anima della viticoltura italiana

Il vitigno Sangiovese, emblematico e profondamente radicato nella tradizione enologica italiana, in particolare della Toscana, rappresenta l'anima di alcuni dei vini rossi più celebrati...

Il Casentino punta sull’artigianalità con l’azienda Freschi&Vangelisti

Denise Vangelisti:” Si può andare avanti solo guardandosi indietro. L’artigianalità e la riscoperta della bellezza saranno le nuove sfide del futuro” “Sostenibilità, artigianalità e umanità....

Fermento in Casentino: l’allarme del Comitato Casentino libero dai nuovi OGM

Cosa sono i nuovi OGM e perché c'è preoccupazione nel mondo dell'agricoltura Casentino (AR) - C’è fermento nel mondo dell’agricoltura e inquietudine da parte dei...