L’albero di Natale più originale? Quello di Ponte a Poppi!

L'albero di Natale (cangiante) di Ponte a Poppi

Finalmente, dopo innumerevoli tentativi di addobbare quello che, in effetti, un albero di Natale non è, sembra che l’amministrazione comunale poppese abbia trovato la quadratura del cerchio. E dopo improbabili palle giganti, enormi pacchi infiocchettati e luminarie messe un po’ così…, è arrivata l’idea giusta: potare sensibilmente il grande albero di Piazza Garibaldi a Ponte a Poppi e illuminarlo con luci colorate proiettate dal basso (un po’ come viene fatto al Castello di Poppi). Forse i puristi del classico abete addobbato per le feste avranno da ridire e storceranno il naso, forse non sarà quest’albero a creare, nel paese, la giusta atmosfera natalizia, ma è fuori discussione che, quest’anno, l’amministrazione di Poppi abbia fatto un buon lavoro e abbia creato qualcosa di bello e, soprattutto, assolutamente originale. Complimenti, quindi, al sindaco che ha avuto l’idea e a chi l’ha realizzata.

CONDIVIDI
Articolo precedentePoppi, dall’8 dicembre presepi in mostra nella chiesa di S. Lorenzo
Prossimo articoloStia, la cucina biologica a km zero in scena a “Vivere Bio”
Silvia Bianchi
Nata ad Arezzo da genitori casentinesi vive e lavora tra Arezzo e Firenze. Dottorata in archivistica, ha una seconda laurea in Storia. Studia e lavora negli archivi pubblici e privati da oltre dieci anni. Si occupa di inventariazione, studio documentario, didattica in archivio. Scrive per “La Nazione” e “Toscana Oggi”. Ha pubblicato contributi ed articoli per riviste specialistiche di storia ed archivistica, oltre che il testo dal titolo “L’Archivio dell’ONMI – Federazione Provinciale di Arezzo”. Collabora con Casentinopiù dal 2010 tenendo una rubrica con la madre Maria Maddalena dal titolo “Storia e Territorio”.