Le torte MasterCSI presto in Casentino

Foto di Pexels da Pixabay

Dopo un lungo periodo di ambientamento e stop totale di ogni attività anche in ambito culturale, si torna alla programmazione e conversione di quanto possibile degli eventi in modalità telematica; è il caso anche di una serie di incontri di “Casentino 2030”.

Ma un altro evento itinerante si sta facendo attendere: parliamo del MasterCSI di pasticceria organizzato dal CSI Arezzo. L’iniziativa consiste in una vera e propria gara di torte, a cui sono ammessi a partecipare sia individui singoli che concorrenti che si presentano le squadre. Una manifestazione che fa subito pensare alla riscoperta degli italiani per il cibo preparato in casa, non solo in quanto utile alla nutrizione ma anche per la sua capacità di aggregare le famiglie impegnate a trascorrere molto tempo bloccati in casa dalla pandemia.

Dalla redazione di Superbelle.it affermano che: “Cucinare può aiutare i bambini a imparare e mettere in pratica alcuni concetti di base della matematica e sviluppare abilità linguistiche, oltre al miglioramento della psicomotricità. E l’esperienza di creare pasti con gli adulti può aiutare a costruire la loro fiducia in se stessi e gettare le basi per sane abitudini alimentari già durante l’epoca di uso del seggiolone”.

Chissà in quanti casi coloro che intendono prendere parte alla gara staranno ancora mettendo a punto le preparazioni per sorprendere tutti a suon di torte. Il MasterCSI è stato concepito come un concorso diviso in manche che si terranno nelle vallate della provincia di Arezzo. La prima a Sansepolcro il 24 aprile per poi continuare il 30 aprile in Casentino. A seguire sabato 8 maggio (giorno in cui ricorre la festa della mamma) in Valdichiana e il 15 maggio in Valdarno. 

La finale è fissata in calendario per il prossimo 5 giugno 2021, presso Blue Team – Il Multiparco, Via Gregorio X, il grande centro polisportivo nella città di Arezzo. D’altronde quale migliore location per un’attività organizzata dal Centro sportivo italiano di Arezzo, associazione senza scopo di lucro, fondata sul volontariato, che promuove lo sport come momento di educazione, di crescita, di impegno e di aggregazione sociale, ispirandosi alla visione cristiana dell’uomo e della storia nel servizio alle persone e al territorio.

Le torte dei concorrenti in gara dovranno passare l’esame di una giuria composta da cinque membri. I loro nomi saranno resi noti per mezzo delle pagine social del Comitato aretino del Comitato Sportivo Italiano, dando un’ulteriore testimonianza di quanto le attività promosse non abbiano solo finalità sportive ma sottolineano la grande importanza per gli aspetti di socializzazione, condivisione e crescita umana delle comunità.

I vincitori di ogni vallata che riusciranno a conseguire il diritto di accesso alla finalissima saranno valutati secondo i seguenti criteri: originalità della torta proposta, gusto, presentazione e per finire ingrediente misterioso.  

I dati relativi ai contagi in miglioramento ed i primi segni di ripartenza anche dello sport fanno ben sperare, comunque per avere maggiori dettagli o iscriversi alla golosa competizione basta contattare il 348 1858483 o seguire le pagine Facebook ed Instagram.