Mattesini e Ceccarelli: “Il sottopasso di Santa Mama si farà”

Santa Mama - immagine di repertorio

“Con l’acquisizione di tutti i pareri necessari può finalmente partire la realizzazione dell’intervento – spiegano Mattesini e Ceccarelli – Un intervento importante per i residenti di Santa Mama, grazie al quale potranno immettersi lungo il nuovo tracciato della Sr71 con maggiore facilità in direzione di Arezzo. Si tratta di un’opera migliorativa anche se il limitato spazio a disposizione e la presenza della ferrovia non consentono un intervento dal volume maggiore. D’altra parte siamo convinti che ci sia l’esigenza di proseguire con i lavori della variante alla Sr71 che metterà in sicurezza uno dei tratti più incidentati della viabilità di fondovalle e che i casentinesi aspettano.”
“La nostra amministrazione comunale ha chiesto fin da subito di valutare una soluzione che consentisse l’uscita a sud dal paese – aggiunge la sindaca Mattesini – l’allora assessore Ceccarelli ha dato ascolto alla rappresentazione di questa esigenza dei cittadini e se ne è fatto promotore. Questo sottopasso è una soluzione che permetterà a Santa Mama di non rimanere un paese chiuso, come era stato prospettato nella progettazione precedente.”
“Questo risultato è il frutto della collaborazione istituzionale e dell’essenziale lavoro di sintesi svolto dall’amministrazione comunale nell’ascolto delle esigenze della popolazione – aggiunge Vincenzo Ceccarelli – La Regione sta inoltre valutando la possibilità di realizzare una soluzione più a sud, verso Calbenzano, per permettere l’accesso ai terreni coltivati che si trovano lungo il fiume. Con questa soluzione per l’accesso ai terreni verrà variato anche il percorso della ciclabile che non passerà più dal centro del paese di Calbenzano ma percorrerà la vecchia strada provinciale”.

Il sottopasso di Santa Mama sarà realizzato contestualmente alla variante tra Santa Mama e Calbenzano i cui lavori sono attualmente in esecuzione e per i quali si prevede la conclusione entro la fine dell’anno. Il progetto di variante riguarda un tratto di circa 1,82 chilometri. Una parte di quest’intervento avverrà con la realizzazione di un nuovo tracciato che si svilupperà parallelamente a quello attuale, una parte invece seguirà il tracciato attuale che verrà allargato in sede. Il vecchio tracciato diventerà viabilità secondaria e su esso verranno convogliati gli undici accessi secondari. In questo modo sarà messo in sicurezza uno dei tratti più incidentati di questa strada.