Mini rotatoria in piazza Mazzini a Rassina: al via la realizzazione definitiva

Dopo alcuni mesi di sperimentazione, nelle prossime settimane prenderà il via la realizzazione definitiva della mini-rotatoria nell’incrocio tra piazza Mazzini, a Rassina, e la SR 71. Un intervento molto importante per la sicurezza dei cittadini del basso Casentino, intervento tuttavia criticato dal capo gruppo della lista di minoranza “Civicamente” Ciro Russo. Ai suoi dubbi sono seguite le puntualizzazioni del sindaco Lorenzo Ricci e dell’assessore ai lavori pubblici Marco Rosini:

“Non si può puntare il dito sulla rotatoria di piazza Mazzini, collegando la pericolosità allo scarso spazio in cui è stata realizzata e alla scarsa visibilità di inserimento piuttosto che alla velocità o alla condotta dei conducenti. Non si può dimenticare, o non voler ricordare, i tantissimi incidenti, purtroppo anche mortali, che si sono verificati negli anni in quel punto, proprio per l’eccessiva velocità di percorrenza nonché per la scarsa visibilità  di inserimento all’interno della stessa dovuta alle orribili barriere presenti all’incrocio. Vedere nella volontà di mettere in sicurezza un paese attraverso la rotatoria di piazza Mazzini,  un mero capriccio politico, come affermato dal gruppo Civicamente, offende pesantemente la mia persona, l’amministrazione che rappresento e il lavoro degli gli Enti (Provincia e Regione) che si sono adoperati alla sua realizzazione. In più non tiene in alcun conto l’interesse e la salvaguardia delle persone che ci abitano. Non si può dimenticare che ad utilizzare quel tratto di strada non sono solo i veicoli ma anche le persone che si muovono a piedi e alle quali va garantita attenzione e sicurezza. Non si può non riconoscere che la rotatoria, di fatto, rallenta il traffico leggero e anche quello pesante che rappresenta già un elemento di maggior sicurezza per i veicoli e per i pedoni. Non si può citare la presenza, durante il giorno, degli agenti di polizia municipale nei pressi dell’incrocio, fatto che dovrebbe dare soddisfazione e che avrebbe potuto indurre ad affiancare alla presenza dei vigili, come da noi richiesto più volte, anche quella dei carabinieri”.

L’Amministrazione porterà a termine i lavori di completamento e le eventuali modifiche indicate dall’ente Provincia durante l’incontro tenutosi con i vertici della stessa in data 05/08/2020, e a breve sarà anche possibile rilevare la velocità dei transitanti.

“Questi sono e rimangono i nostri obiettivi, già elencati nel nostro programma e per i quali siamo stati eletti, quindi  espressione della volontà dei cittadini, che piaccia o meno ai rappresentanti del gruppo Civicamente – ha concluso il sindaco Ricci – non riteniamo di dovere altre spiegazioni perché risponderemo solo agli organi competenti”.

“Sono enormemente dispiaciuto che i cittadini del nostro comune non abbiano dato alla lista Civicamente e al suo candidato a sindaco Ciro Russo, tutta quella fiducia da consentirgli di diventare sindaco di Castel Focognano, fatto che forse spiegherebbe l’accanimento politico che lo stesso ha verso l’amministrazione che noi rappresentiamo e che va ben oltre il suo ruolo di consigliere di minoranza – ha aggiunto l’assessore Rosini – non riusciamo a trovare altre giustificazioni al suo comportamento, così  come non riusciamo a spiegarci il suo contraddittorio atteggiamento quando nei nostri incontri riesce a contenerlo o peggio, a camuffarlo dietro un falso buonismo”.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa