Nata, gli eventi del fine settimana

Al Teatro Dovizi di Bibbiena prosegue la Rassegna Teatrale dedicata ai ragazzi “Uomini delle Stelle”, curata da NATA Teatro, Fondazione Toscana Spettacolo e Comune di Bibbiena.

Domenica 8 dicembre alle ore 16:30 andrà in scena lo spettacolo “CENERENTOLA IN BIANCO E NERO” della Compagnia Proscenio Teatro. Il testo e la regia sono di Marco Renzi, in scena Mirco Abbruzzetti e Simona Ripari.
La versione classica di Cenerentola canta “I sogni son desideri”, questa rivisitazione esaudisce quelli del pubblico, permettendogli di scegliere tra due diversi finali. Vincerà il finale di Perrault che perdona le malefatte della matrigna e delle sorellastre o quello dei Fratelli Grimm che invece le fanno accecare da due colombi? La fiaba di Cenerentola è anche una storia di prepotenze sconfitte, del bene che trionfa sul male. L’identificazione con la protagonista, presente sul palco in carne ed ossa, presta agli spettatori un’occasione di riscatto dai torti subiti. Non mancano una serie di pupazzi animati e l’affascinante principe azzurro.

L’appuntamento successivo sarà domenica 22 dicembre alle ore 16:30 con lo spettacolo “LEONARDO SONO IO” di Habanera Teatro.

Info e prenotazioni
per prenotazioni cell. 379 1425201(anche via SMS)

LETTURA CHE PASSIONE

Sabato 7 dicembre, ore 16:00

Biblioteca Comunale “G. Giovannini” di Bibbiena

 È in arrivo il secondo appuntamento di “LETTURA CHE PASSIONE”, il ciclo di Laboratori artistici e Letture animate presso la Biblioteca Comunale “G. Giovannini” che arriveranno fino al 23 aprile 2020, Giornata Mondiale della Lettura.

Sabato 7 dicembre alle ore 16:00 sarà la volta di “GENIALI!”, Lettura animata su Leonardo da Vinci, che con l’aiuto del suo fedele assistente Zoroastro e i suoi insistenti rodariani “Perché…?”, metterà a punto la sua invenzione più bella, l’aliante.

A seguire, l’artista Roberta Socci guiderà i bambini in un laboratorio di costruzione di un bel paio di ali.
L’ingresso è gratuito ma è necessaria la prenotazione al numero 0575530657 o presso i locali della Biblioteca (Via Cappuccini 48 – Bibbiena).

C. stampa