Inaugurazione dei lavori di messa in sicurezza sismica Scuola Media di Bibbiena

Nella foto:  Daniele Bernardini e l’Ass. Reg. Toscana Cristina Grieco
 
Una copia della Costitutuzione Italiana e un quaderno contenente i principi fondamentali della nostra Costituzione ( gli articoli dall’1 al 7), ricordo dei 45 anni della Regione Toscana. Questi i regali che l’Assessore all’Istruzione e formazione della Regione Toscana Cristina Grieco, ha fatto ai 250 alunni della scuola Secondaria di Primo Grado di Bibbiena, in occasione dell’inaugurazine dei lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza sismica, che si è tenuta ieri mattina Sabato 12 Dicembre, nella sede stessa dell’Isitituto Comprensivo “Bernardo Dovizi” in via Turati a Bibbiena (AR). 
Dopo il taglio del nastro sulle note dell’Inno di Mameli, eseguito dalla Filarmonica di Bibbiena, si è svolta una visita alla scuola ed i saluti agli alunni in aula magna. L’Assessore Grieco, nel suo intevento, non solo ha ringraziato per l’accoglienza, ma anche evidenziato l’importanza di avere una scuola sicura, “priorità della regione Toscana da sempre”. Aspetto non scontato a distanza di pochi mesi dall’allarme lanciato dal Consiglio Nazionale dei geologici che ha evidenziato come 24 mila scuole in Italia su 42 mila siano a rischio sismico. 
L’Assessore regioanale ha, inoltre, fatto anche riferimento all’Anagrafe degli istituti Scolastici, promossa dal Ministro Giannini dopo venti anni di attesa e ripresa dalla stessa Regione Toscana, antesignana del progetto in questione. 
Non è mancato da parte dell’assessore Grieco, il riferimento all’attualità, ossia al Meeting dei diritti umani del Mandela Forum e al tema del diritto allo studio “ un diritto fondamentale, di cui molti bambini al mondo, ancora oggi, non possono godere e che va al contrario tutelato e su cui vi invito a vigilare sempre”. 
I lavori alla scuola sono durati circa due anni e mezzo per un investimento complessivo di 1 milione e 700 mila euro di cui 1 milione e 333 mila euro concessi dalla Regione Toscana nel programma POR CreO FESR 2007-2013. 
Come ha fatto presente l’Ingegnere Guido Rossi – che ha seguito per il Comune di Bibbiena i lavori – sono state necessarie 100 tonnellate di acciaio per rinforzare l’itero edificio che ospita circa 250 alunni e che, da oggi, potrà resistere anche a scosse telluriche di notevole entità. 
L’Istituto Compresivo Barnardo Dovizi, di cui fa parte la Scuola Secondaria di Primo Grado di Bibbiena, come ha evidenziato il Dirigente Silvana Gabiccini, è una scuola di qualità che grazie all’attenzione per la singola persona con il progetto “Corposo” e ai risultati delle prove Invalsi, ha ottenuto nei VSQ ( Valutazione Scuola Qualità) risultati importanti piazzandosi al primo posto in Provincia di Arezzo e al settimo in Italia su 77 Istituti Comprensivi partecipanti. 
Il Sindaco di Bibbiena Daniele Bernardini, donando all’Assessore un libro sulla città e una sciarpa di panno Casentino di colore arancio, “come caldo ricordo di questa terra”, ha invece parlato del notevole impegno dell’amministrazione nei confronti dell’edilizia scolastica che “in sei anni di amminstrazione ha portato al comune una nuova scuola (Soci), due scuole completamente rstrutturate e rese sicure a livello simsico ( Secondaria di Bibbiena e infanzia di Bibbiena) la ristrutturazione delle lementari di Bibbiena, un progetto già pronto per la palestra, e uno per la scuola di Partina”. 
La mattinata di visita dell’Assessore Grieco, si è conclusa con l’omaggio degli Sbaldieratori e Musici della Città di Bibbiena, con uno spettacolo che ha coinvolto gli sbandieratori più piccoli del corposo gruppo, ormai “cittadino del mondo” capeggiato da Giampiero Polverini. 
 

COMUNE DI BIBBIENA 
Comunicato Stampa