Nella stazione di Bibbiena nasce un piccolo museo

Foto di Luca Catasta

La stazione ferroviaria di Bibbiena non sarà più solo un luogo di accoglienza, ma anche un piccolo museo delle bellezze del nostro territorio grazie ad alcune preziose installazioni fotografiche del Centro Italiano di Fotografia di Autore. L’inaugurazione di questa esposizione si terrà il 17 Dicembre alle ore 17.00.
“L’Amministrazione di Bibbiena intende operare affinché la stazione non venga più concepita come mero luogo di transito, arrivo e partenza dei viaggiatori, ma possa costituire una “finestra” sul territorio casentinese dove poter ammirare immagini relative a paesaggi, luoghi, edifici, monumenti maggiormente rappresentativi del patrimonio naturale ed artistico locale. Tale progettualità, inoltre, risulta in linea con il programma denominato “Progetto stazioni”, approvato nel 2014 dal Consiglio di Amministrazione dell’allora LFI, su proposta del Presidente Maurizio Seri, allo scopo di favorire il recupero degli edifici delle stazioni ferroviarie e il loro utilizzo, a fini di promozione turistica e di sviluppo dei territori”, commenta l’Assessore Francesca Nassini.
Questo progetto verrebbe ad assumere un molteplice ruolo. Le installazioni fotografiche diventerebbero una sorta di benvenuto e di accoglienza per i turisti che accederanno a Bibbiena e al Casentino, perché scendendo dal treno si troverebbero circondati da fotografie raffiguranti la valle che si accingono a visitare.
Altro aspetto non meno importante è che la visione di queste foto sarebbe anche l’incipit e il prologo di un percorso di immersione nell’arte contemporanea, percorso che poi trova maggior sviluppo nel centro storico del paese con le immagini della galleria all’aperto del progetto “Bibbiena Città della Fotografia”.
Da circa un anno, infatti, Bibbiena è stata eletta Città della Fotografia, grazie ai numerosi successi di critica e di pubblico riscossi dalle iniziative promosse dal Centro Italiano della Fotografia d’Autore, che in Bibbiena ha la sua sede, uniti all’alta considerazione conquistata nel mondo della fotografia amatoriale e professionale.
Tutto ciò è stato realizzato grazie al lavoro della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche che gestisce il suddetto Centro Fotografico e con la quale il Comune di Bibbiena nel 2005 ha sottoscritto una convenzione relativa alla concessione in utilizzo dell’immobile di proprietà comunale denominato ex carcere, finalizzata alla costituzione del Centro Italiano della Fotografia d’Autore e per lo svolgimento delle proprie attività istituzionali, oltre che per la realizzazione di manifestazioni inerenti l’arte della fotografia.
Il progetto relativo alla Stazione di Bibbiena prevede appunto la realizzazione di installazioni fotografiche che interesseranno l’area esterna della stazione lato binari e l’area interna, ingresso e sala di attesa. Si precisa che le strutture appositamente predisposte verranno posizionate in modo tale da salvaguardare la sicurezza dei passeggeri, previa verifica da parte della società TFT.