Piscina comunale di Bibbiena: continuano i lavori, i primi di novembre la riapertura

VAGNOLI: “ESSENZIALE INVESTIRE IN PROGETTAZIONE. A BIBBIENA GRAZIE A QUESTO ABBIAMO INTERCETTATO 16 MILIONI DI EURO”.

Stanno procedendo in modo ordinato e veloce i lavori di efficientamento energetico alla piscina di Bibbiena. Ieri il Sindaco Filippo Vagnoli ha voluto fare un sopralluogo con l’Ingegner Lorenzo Cecconi e l’Assessora allo sport Francesca Nassini per verificare personalmente lo stato dell’intervento e rassicurare i cittadini sulla riapertura a novembre.

Il primo cittadino commenta: “Il nostro obiettivo è quello di riaprire la struttura al pubblico già ai primi di novembre e se i lavori continuano in questo modo e con questo ordine e velocità, sono certo che riusciremo in questo intento. Sono assolutamente ottimista dopo aver visto come sta procedendo il cantiere. Un lavoro molto importante e non solo per il corposo investimento di 600 mila euro, ma anche per la natura stessa di quello che stiamo facendo nel concreto, ovvero la sostituzione completa di tutto quello che è l’impianto di riscaldamento, impianto di areazione, sostituzione degli infissi; in Primavera metteremo mano al cappotto esterno. Tutto questo ovviamente porterà ad un miglioramento sostanziale del servizio reso agli utenti, ma anche ad avere una struttura decisamente sostenibile sia in termini ambientali che in termini economici”.

Il Sindaco Filippo Vagnoli entra nel merito anche di altri lavori e delle prospettive future: “Quello della sostenibilità ambientale, del rischio sismico, del dissesto idrogeologico, sono temi fondamentali sui quali si continua a parlare tanto ma per i quali si fa ancora troppo poco, basta dare un’occhiata a stime e numeri a livello nazionale. Bibbiena è invece un esempio virtuoso: oltre alla piscina comunale, abbiamo già pronte le progettazioni per l’efficientamento delle scuole elementari di Soci e Bibbiena, i lavori in corso per le medie di Bibbiena e quelli del Pala Tennis di Bibbiena. Poi vorrei ricordare con orgoglio il fatto che abbiamo realizzato lavori di adeguamento anti sismico a tutte le scuole del territorio, oltre che essere intervenuti sul dissesto idrogeologico in alcune aree sensibili, mettendo in sicurezza alcune realtà e borghi storici. Investire sul futuro e sulle nuove generazioni significa anche questo, ma va fatto seguendo un’attenta programmazione”.

Vagnoli entra nel merito della programmazione e del modo di operare dell’amministrazione per intercettare i fondi necessari: “Un comune oggi per non smettere di investire sul territorio deve puntare sulla progettazione, preceduta da un attento ascolto dei bisogni. La priorità è dunque quella di investire nella progettazione per poter prontamente partecipare ai bandi europei e ministeriali ed ottenere così risorse. Impostando così il nostro operato – per cui ringrazio la mia Giunta e tutti gli uffici comunali – siamo riusciti a reperire 16 milioni di euro. Questo ci consente nell’immediato di avere in essere una decina di cantieri aperti e attivi per 8 milioni di euro e altri 8 milioni di euro che investiremo nei prossimi anni sul patrimonio pubblico in generale”.

Comunicato stampa