Poppi: San Torello, domenica 30 aprile la tradizionale ricorrenza

San Torello

Ricorre domenica 30 aprile la festa di San Torello, Patrono di Poppi e del Casentino. Fulcro delle celebrazioni liturgiche è la Badia di San Fedele a Poppi, dove alle ore 11 è in programma la santa Messa solenne presieduta dall’abate di Vallombrosa Don Giuseppe Casetta. Nell’occasione sarà benedetta un’opera in terracotta raffigurante San Torello con scene della sua vita, opera dell’artista Pier Vittorio Fognani, celebre ceramista fiorentino ma originario di Poppi e molto legato al suo paese natio ed al Casentino. Alle 17, celebrazione solenne dei Vespri e a seguire tradizionale processione per le vie del paese.
Il Fognani, nato a Poppi, ha compiuto gli studi a Faenza allievo di Bucci, Biancini e Zauli. All’inizio degli anni Sessanta aprì un laboratorio a Faenza iniziando anche un’attività didattica che lo vede insegnare in vari istituti d’arte italiani. San Torello nacque nel 1202, e verso i 20 anni si ritirò come eremita ad Avellaneto, ad un miglio da Poppi, dove per circa sessant’anni condusse una austera vita di contemplazione. Molti miracoli in quel periodo si attribuirono a Torello, che il 16 marzo 1282, ormai ottantenne, morì; oggi è sepolto nella Badia di San Fedele. Nello stesso giorno il beato è festeggiato nelle diocesi di Forlì e di Arezzo, nonché nella Congregazione Vallombrosana.
Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa