Portare un sorriso ad Amatrice: il nuovo sogno del casentinese Daniele (lelo) Cangi

E poi capita  di imbattersi in personaggi dai risvolti tutt’altro che banali.

Di Daniele (Lelo) Cangi, infatti, tutto si può dire ma non che sia un personaggio ordinario.  Casentinese di nascita, e soprattutto, dopo un periodo di formazione in giro per la Toscana, casentinese di ritorno, Daniele è un tipo eclettico, a tratti istrionico e assolutamente fuori dal comune. Capace di avere visioni straordinarie. Come straordinari e ambiziosi ci appaiono fin da subito i suoi progetti. Per esempio il progetto di webtv.  Ci dice infatti Daniele: ” Light Tv è una emittente radiotelevisiva digitale che nasce per trovare spazi nuovi e nuove modalità di intrattenimento multimediale”.

Di questa tv via web Daniele è il direttore artistico, ma un po’ anche  l’anima: “Abbiamo cercato di portare in Italia il concetto americano di informazione e intrattenimento, attraverso lo strumento del Podcast. Ossia la possibilità di consultare e scaricare automaticamente dal sito le cose più interessanti, provenienti da fonti multiple, salvandole sul proprio supporto (tablet, pc, cellulare), e di riguardarle  con calma nei momenti liberi della giornata”. Anche perché, mi spiega, “in questi tempi di vita e di lavoro così frenetici, occorre sondare nuovi percorsi per l’informazione e l’intrattenimento”.

Modalità innovative di intrattenimento. In un settore a lui molto caro, quello dei cartoon. Tutto da ri-editare. “C’è un mondo vastissimo di cartoni animati, quelli degli anni ’80-90, che stanno lì pronti ad essere trasmessi alle nuove generazioni. Un mondo fatto di tecniche, di professionisti (doppiatori, cantanti, grafici). E’ assolutamente interessante rileggerli e raccontarli, farli conoscere anche in chiave scanzonata e attuale. E’ un patrimonio assolutamente prezioso da trasmettere alle nuove  generazioni.”

Sentir parlare di nuove generazioni, da parte di questo colorato personaggio del mondo del web, classe 1988,  mi fa un certo effetto. Glielo dico.

“Sono giovane, ma ho accumulato molte esperienze negli anni.” E inizia a snocciolarmi collaborazioni, partecipazioni in fiction, intrattenimenti radiofonici, esperienze di conduzione (come le sue candid camera e le sue incursioni all’insegna del tormentone #ricordatevidisorridere). E poi spettacoli in giro per l’Italia, e personaggi sempre nuovi. E  i casting, le tante selezioni alla ricerca di giovanissimi e non da impiegare nei progetti che di volta in volta lo vedono, partecipante, ideatore, attore o anche  tutte queste cose assieme.

Ed è proprio l’ultimo in ordine di tempo di questi progetti, che ci piace raccontare:

“Insieme all’amica Daniela Palumbo stiamo organizzando uno spettacolo, ad Amatrice, a sostegno delle vittime del terremoto. Ho chiesto collaborazione in tal senso a tutti i miei contatti artistici”.

Un nuovo sogno per Daniele quindi, e una bella iniziativa che, quando è oramai passato un mese da quella notte , contribuirà a far si che non si spengano i riflettori sulle zone del centro italia disastrate dal sisma.

No. Niente affatto banale questo eclettico personaggio del mondo del web. E niente affatto banale l’idea che, anche ad Amatrice, in un territorio così duramente provato dal dolore, e oggi di fatto bisognoso di tutto, ci sia bisogno, oltre ai beni di prima necessità, di portare di nuovo anche il sorriso.

Sì. Non lo nascondiamo. Ci piace molto questo nuovo progetto di Daniele Cangi.  Per cui #Ricordatevidisorridere come dice lui. Ma soprattutto #RicordatevidiAmatrice come aggiungiamo volentieri noi.

 

 

 

 

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl casentinese Paolo Lombardi (e la sua mostra) alla conquista del Louvre!
Prossimo articoloU.d.C: parte la riorganizzazione del personale del settore forestale
Roberta Fabbrini
Roberta Fabbrini, nata a Bibbiena (AR), (ma cresciuta a Cetica ndr) vive e lavora in Casentino, dove fin dal 1996 svolge la libera professione di Architetto. Appassionata di Arte, Architettura e Paesaggio, e di Recupero del patrimonio storico, collabora stabilmente con Casentinopiù fin dal 2010, tenendo una sua rubrica dal titolo Architettura & dintorni. Appassionata verso tutto ciò che riguarda il Casentino e i casentinesi , scrittrice sempre per passione, si è scoperta da poco tempo anche amante dell'escursionismo naturalistico e del trekking. E della buona tavola. Ma questo da sempre. Tutti settori che rendono il Casentino la sua terra ideale.