Pratovecchio Stia, biblioteche a gonfie vele a un anno dalla ristrutturazione

Il Comune di Pratovecchio Stia ha reso noto in questi giorni il report delle attività delle biblioteche comunali, a un anno dalla ristrutturazione del settore con l’entrata in funzione anche della nuova biblioteca per ragazzi presso il Palagio Fiorentino di Stia.
Il bilancio prende in considerazione i dati riferiti all’anno 2016, ed evidenzia un numero di prestiti di volumi ad utenti che ha superato le tremila unità. Oltre a ciò, una cospicua parte del lavoro svolto riguarda l’attività con le scuole, tra visite guidate alla biblioteca in ambito scolastico (alle quali hanno partecipato 10 classi) e prestiti di classe, che sono stati effettuati per oltre 500 testi. Per quanto riguarda i bambini, la nuova sezione ha attivato fra l’altro un miniprogramma di letture animate a tema (4), e per gli adulti, in collaborazione con il club della lettura, ha preso il via l’iniziativa detta “Un libro e un thè” con due appuntamenti che hanno affrontato i temi della donna e dei viaggi. Un battesimo fortunato visto che vi hanno preso parte circa 70 persone.
Altri servizi, attivati attraverso la rete documentaria delle biblioteche su scala provinciale, hanno riguardato il prestito inter-bibliotecario (per circa 200 testi), e la “Media Library On Line”, un portale che offre la possibilità di consultare gratuitamente e-book, giornali e quotidiani locali, nazionali e da tutto il mondo. Il nuovo anno invece è iniziato con l’adesione al progetto nazionale “Nati per Leggere”, realizzato tra bibliotecari e pediatri per lo sviluppo della lettura fin dal primo mese di vita. Il progetto intende sostenere la migliore produzione editoriale per bambini in età prescolare e riconoscere la creatività e l’impegno degli operatori attivi nei progetti “Nati per leggere” promossi localmente. Il Comune di Pratovecchio Stia, per incentivare la lettura e far conoscere la biblioteca, le sue attività ed il progetto stesso, da quest’anno invierà alla famiglia di ogni bambino nato un libro in omaggio per il “nuovo arrivato”.
Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa