Sbandieratori Bibbiena: un nuovo inizio, con nuovo presidente e nuova sede

“L’inizio di un nuovo anno sarà l’inizio di una nuova avventura anche per una delle nostre associazioni più rappresentative, ovvero il Gruppo Sbandieratori e Musici Città di Bibbiena che avrà un nuovo Presidente, il giovane Matini Marco e soprattutto una nuova sede messa a disposizione dall’amministrazione e attigua alla sede e all’archivio comunale. Non possiamo che essere orgogliosi di questo passo avanti che farà crescere tutti noi”.

Con queste parole l’Assessore alle associazioni Daniele Bronchi parla dell’avvicendamento che dopo tanti anni ci sarà tra il Presidente uscente Giampiero Polverini e il giovane Marco Matini già annunciato nel corso dell’inaugurazione della nuova Sala della Bandiera presso Palazzo Niccolini.

Giampiero è stato tra gli otto fondatori del gruppo nel lontano 1981 e oggi, in modo simbolico, passa il testimone a Marco ricordando alcune tappe fondamentali di questi quaranta anni di bandiera a Bibbiena: “Per il gruppo la vera svolta è arrivata nel 2009, con l’apertura ai giovani, un patto più stretto e più produttivo con l’amministrazione del tempo e lo sponsor CEG. A queste due cose ciò che ha spinto nel futuro la nostra compagine è stata l’intuizione di Bandiere sotto le stelle, contenitore culturale di qualità all’interno del quale si sono avvicinati i più importanti gruppi storici del nostro Paese. Altro passaggio fondamentale è stato il convegno internazionale del 2012, quando riuscimmo a far convergere a Bibbiena i vertici della federazione nazionale. Poi il 2014 è l’anno della Carta di Bibbiena, altro momento di grande centralità nel nostro percorso. La carta ci ha portato alla Federazione europea di cui sono stato presidente dal 2017 al 2022. Da qui arrivo al presente all’esposizione museale permanente sulla bandiera resa possibile da questa amministrazione e la nuova sede che sorgerà a breve nel contesto architettonico dello stesso palazzo comunale”.

Polverini fa questo excursus per annunciare la sua uscita anche dal consiglio e il passaggio di testimone che commenta così: “Io credo che quando in un bosco c’è una pianta troppo grossa, le altre non riescono a crescere. Come nella vita di una famiglia, i genitori ad un certo punto devono avere il coraggio di lasciare andare i propri figli per renderli più forti. Così voglio fare io con questo gruppo di cui comunque farò sempre parte. Quello che vorrei fare è mettermi a disposizione per insegnare nelle scuole, per aiutare con bandiere sotto le stelle e far crescere questo percorso, sostenere i giovani ad ampliare le nostre frontiere”.

Marco Matini, ingegnere di 26 anni di Bibbiena, sarà il nuovo Presidente.

Lui si racconta così: “Ho sempre vissuto in modo attivo le associazioni storiche del mio paese, il carnevale storico prima e quindi il Gruppo Sbandieratori. Ero un bambino piccolo che amava, anche grazie ai genitori, aiutare così la propria comunità. Facendo parte di un gruppo storico hai modo di tenere vive usanze e tradizioni che altrimenti andrebbero perdute. Inoltre è un modo di socializzare e di avvicinare le generazioni. Oggi accolgo con favore, emozione e orgoglio questo nuovo incarico. Un obiettivo che mi pongo è senz’altro quello di cercare di aumentare l’organico del gruppo, ma anche diventare sempre più un riferimento per il territorio e promuovere cosa facciamo anche fuori dai confini del Casentino, rafforzando tutti i contatti con tutti i gruppi italiani”.

L’Assessore Bronchi conclude: “Ringrazio per conto di tutta l’amministrazione Giampiero Polverini per ciò che ha fatto in questi lunghi anni ma soprattutto per come lo ha fatto. La sua passione ha contraddistinto in modo del tutto unico, questi piccoli grandi passaggi nel tempo, rafforzando questa compagine e facendola conoscere ovunque. Lo ringrazio anche perché sarà anche per il futuro un punto di riferimento fondamentale per tutti. Ringrazio allo stesso modo Marco Matini, che ha accettato di prendere sulle sue spalle un onore così grande che poi, sappiamo, dovrà trasformarsi anche in una grande responsabilità. Siamo certi che lo farà con spirito di servizio e di amore, così come lo ha ereditato dal passato presidente. Per nostro conto, come amministratori, ci siamo impegnati al massimo per sostenere la crescita di questi gruppi di volontari attivi anche attraverso la ricerca di sedi e di spazi associativi. Non è una cosa scontata perché non è semplice. Ma volevamo dare un segnale di vicinanza attiva. Le associazioni rappresentano la vita di questa comunità, tanto più sono attive tanto più sarà coesa questa. Nell’aspettare l’apertura ufficiale della loro sede sono felice di essere testimone di questo passaggio storico e porto a tutti la riconoscenza della giunta comunale”.

Ultimi Articoli

Bibbiena, il Consiglio Comunale dei ragazzi in udienza dal sindaco

      IL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI IN UDIENZA DAL SINDACO   Vagnoli: “Ascoltare i giovani è un grande privilegio. Raccogliere le loro richieste una grandissima responsabilità. Onorato...

“Un libro in più, un rifiuto in meno”: un progetto di Prospettiva Casentino

Il 25 febbraio parte l’iniziativa che trae ispirazione dal librario di Polla Il prossimo 25 di febbraio e fino al 25 maggio, 784 bambine e...

Inaugurazione del porticato della Casa della Salute di Rassina

La Casa della Salute di Rassina ha un nuovo porticato per accogliere i cittadini durante le attese ed evitare sovraffollamenti interni alla struttura. La...