Scuola superiore? Scelta difficile! “Radici e ali” a Ortignano, un incontro che guarda al futuro degli studenti

“Radici e Ali. Studenti e imprenditori a confronto” è il titolo dell’incontro che si terrà Venerdì 1° Dicembre alle ore 17,30 presso la sala Conferenze dell’azienda Miniconf a Ortignano nel comune di Ortignano-Raggiolo promossa dall’Associazione Prospettiva Casentino.
La serata, proposta per il terzo anno consecutivo, ha lo scopo di mettere a confronto le famiglie ed i ragazzi che stanno per scegliere la loro scuola superiore, con gli imprenditori del territorio. Il tema del confronto sarà appunto il futuro di questi giovani e il futuro della nostra valle, la scuola come palestra di vita, come laboratorio di sperimentazione e collaborazione.
Il format della serata è stato cambiato in funzione anche delle esigenze delle famiglie: non si tratterà solo di assistere alla presentazione dei vari istituti superiori, ma di interagire con gli imprenditori ed i docenti. Dialogo sulla scuola e sul suo futuro, dialogo con i giovani per motivarli verso scelte consapevoli. A moderare il confronto sarà il professor Armando Cherici, Docente, storico e fine conoscitore del territorio oltre che della dinamiche giovanili. Il suo compito sarà quello di alimentare il confronto ed il dialogo, sollevando questioni inerenti le loro scelte e le loro opportunità attuali e future. Ci sarà un piccolo spazio dedicato alla presentazione delle scuole superiori ma anche un momento di confronto con gli imprenditori che verrà attivato grazie a due testimonianze di vita e di lavoro che saranno fatte da Denise Vangelisti di Freschi&Vangelisti e Stefano Cecconi di Aruba.
Giovanni Basagni Presidente di Prospettiva Casentino parlerà dei progetti che l’Associazione sta portando all’interno delle scuole tra l’alternanza scuola-lavoro (un fiore all’occhiello del Casentino poiché i ragazzi vengono messi in condizione di conoscere da vicino i processi produttivi delle varie aziende, vivendo le ore di formazione obbligatorie come un momento di crescita personale), progettualità per far crescere in loro la voglia di essere imprenditori di se stessi superando il bino tra sapere e saper essere, i fondi di sostegno alla creazione di laboratori innovati all’interno dei vari istituti.