Si chiude il set casentinese del film su Leonardo da Vinci

Nei giorni scorsi sono state completate le riprese del film documentario sulla vita di Leonardo da Vinci dal titolo “L’uomo che salvò la scienza”. Il film è stato girato nel centro storico e nel castello di Poppi, nel Castello di Porciano, in quello di Romena ed al Palagio Fiorentino di Stia. Realizzato da GA&A Productions di Roma in coproduzione con Program 33 per France 5, PBS (USA) e SBS (Australia) il film ha trasformato per dieci giorni il Casentino in un vero set cinematografico. Importante è stata la risposta di tutta la comunità casentinese che ha permesso al progetto di prendere corpo. Così il sindaco Carlo Toni ha voluto ringraziare le tante persone che, a vario titolo, hanno permesso la realizzazione del film.

La programmazione è prevista per il 2017 in molti paesi in tutto il mondo, anche se, per il momento, siamo in attesa di conoscere l’emittente italiana che trasmetterà la pellicola.

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteRitorna a Badia Prataglia la sagra della castagna
Prossimo articoloRiparte la stagione al Fulgor di Capolona
Maria Maddalena Bernacchi
Maria Maddalena Bernacchi, nata a Compito, Chiusi della Verna, vive e lavora tra Compito ed Arezzo. Negli ultimi anni dell’istituto magistrale “Vittoria Colonna” di Arezzo ha collaborato al settimanale “La Voce” ed al quotidiano “La Nazione”. Specializzata in fisiopatologia ha insegnato ad Arezzo per quarant’anni. Quale insegnante tutor di storia per il Provveditorato agli Studi di Arezzo ha tenuto corsi di formazione sulla didattica della storia contemporanea pubblicando “Il campo-profughi di Laterina” e “Dal locale al globale, esperienze per l’insegnamento della storia”. Per la nipote ha scritto e pubblicato “Ninne-nanne, filastrocche, proverbi e… Una nonna si racconta”. Collabora con Casentinopiù dal 2010, tenendo, con la figlia Silvia la rubrica “Storia e Territorio”.