Soci, imbrattamenti a beni privati e pubblici. Vagnoli: “Denunceremo”

Queste non sono ragazzate ma atti di maleducazione e reati a tutti gli effetti. La denuncia è assicurata”. Questo il commento deciso del Sindaco Filippo Vagnoli in riferimento agli imbrattamenti di beni pubblici e privati avvenuti a Soci la scorsa notte.

Sono almeno quattro le abitazioni private trovate dai cittadini con delle scritte vergate in nero con bombolette spray insieme ad un bar pasticceria e due beni pubblici di valore storico ovvero la torre longobarda di Piazza Padella e la copertura dell’antico pozzo che sorge vicino alla stessa.

Indagini scrupolose sono in corso anche se alcuni ragazzi sono stati già identificati grazie ad una preziosa testimonianza.

A fare maggiore chiarezza saranno anche le immagini di una telecamera di un’abitazione privata che si trova in Piazza Padella, al vaglio delle forze dell’ordine e della Polizia Municipale.

Il Sindaco annuncia azioni decise contro il “blitz” degli imbrattamenti a tappeto che ha coinvolto anche beni pubblici di valore e parla anche di nuove telecamere: “E’ già pronto il progetto per installare altre telecamere sia a Soci che a Bibbiena Stazione. Non possiamo permettere che queste cose rimangano impunite, sicurezza e decoro al primo posto”.

Matteo Caporali Vice sindaco rafforza il concetto espresso dal Sindaco: “Stiamo facendo azioni mirate a favore del decoro pubblico e non possiamo permettere che ragazzi giovanissimi contravvengano a regole civiche di rispetto delle cose che appartengono alla comunità e ovviamente a privati. La legge farà il suo corso essendo stati deturpati beni storici, ma quello che possiamo fare come comunità è quello di aiutarci a vicenda per contenere e scoraggiare atti del genere con segnalazioni alle forze dell’ordine. Ovviamente ci vuole anche la prevenzione che fa rima con educazione guarda caso e in questo le famiglie devono fare la loro parte”. 

Comunicato stampa comune di Bibbiena

Ultimi Articoli

“ShepherdSchool”: nasce nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi la scuola per pastori e allevatori.

Pascoli e opportunità professionali con la zootecnia di montagna: dal mese di aprile partirà presso il centro di formazione "Officine Capodarno" (Stia) la "ShepherdSchool"....

Consiglio comunale aperto per svelare il nome della Mea 2023

Vagnoli: “Rinsaldare il rapporto con le nostre tradizioni significa saper guardare al futuro con maggiore consapevolezza”  Come avvenuto nel 2020, il suo nome della ragazza...

Mandrioli chiusi per rischio slavine

Dopo le ingenti nevicate dei giorni scorsi che hanno causato alcune slavine lungo la strada SP 142 dei Mandrioli, la Provincia di Forlì-Cesena ha...