Lettig: Stefano Mugnai guardi al Casentino come un’opportunità

Enrico Lettig, capogruppo lista civica "Poppi Libera"

Era la primavera del 2015 ed un Casentino ancora imbambolato dalle promesse di potenziamenti di reparti ospedalieri, stava per veder andare in scena il più macroscopico fallimento della politica locale, la chiusura del suo Punto Nascita.

Il tradimento storico fu di lì a breve sottoscritto da tutti i sindaci ad eccezione del Sindaco di Castel San Niccolò Paolo Agostini. Il piatto fu servito. La merce di scambio fu proprio il punto nascita a scanso del mantenimento dell’offerta complessiva dei servizi esistenti a partire dall’emergenza-urgenza, oggi seriamente a rischio.
In un incontro pubblico che organizzammo nel tentativo di ravvivare l’attenzione sul tema della riorganizzazione del sistema sanitario, ricordo con piacere, tra gli altri, l’intervento di Stefano Mugnai, al quale mi sento di fare un appello che spero possa raccogliere: il Casentino ha bisogno di politica e di buone politiche. Di un patto economico sociale tra le principali forze in campo per rilanciarsi. Il Casentino non è sinonimo di disservizio ma è l’opportunità.
A certe promesse che poi vengono puntualmente disattese, noi non crediamo più.
Il Casentino ha la forza per vincere tutte le sfide (con un po’ più di ottimismo e meno angoscia), a patto di essere messo in condizione di farlo ma soprattutto (e questa è responsabilità dei casentinesi) di crederci.

Enrico Lettig
Capogruppo Lista Civica Poppi Libera