Tagli boschivi, l’iniziativa di Bibbiena per aiutare le aziende

Bibbiena cerca di dare una mano a tutte le categorie economiche in questo periodo di difficoltà, anche con piccole manovre di sgravio. Anche il comparto dell’industria boschiva ne ha bisogno come gli altri, quindi siamo intervenuti. Spero che altri comuni possano fare altrettanto”.

Con queste parole L’Assessore Daniele Bronchi annuncia una piccola manovra, predisposta dalla giunta comunale, sulle autorizzazioni al taglio boschivo in aree vincolate. In queste zone specifiche la legge richiede, oltre alle autorizzazioni al taglio, anche autorizzazioni paesaggistiche e il pagamento di un onere economico di circa 110 euro. Visto che le pratiche devono passare attraverso gli uffici comunali, la Giunta ha deciso di sgravare le industrie boschive dal pagamento dell’onere.

Daniele Bronchi, Assessore alle Attività produttive e promotore dell’iniziativa commenta: “Conosco il settore in questione e so che come molti altri è un ambito in sofferenza e soprattutto un settore gravato dalla burocrazia. Questa nostra decisione, anche se minima, va nella direzione di un aiuto e di un sostegno al comparto, così come abbiamo fatto, dall’inizio della pandemia, con molte categorie economiche. Le aziende boschive, come altre, sono una risorsa importante per il Casentino e credo stia a noi amministratori cercare strade per aiutare chi in questo momento sta stringendo i denti. L’auspicio è che anche altre amministrazioni possano fare altrettanto”.

Ultimi Articoli

Il Metaverso: Bibbiena presenta il futuro

Il 27 agosto prossimo Bibbiena sarà la location di un evento nazionale che ci catapulterà tutti nel futuro prossimo attraverso il metaverso. Il metaverse è...

Jacopo Piantini riconfermato Vice Presidente nazionale di Enelcaccia

“Con grande orgoglio apprendo la notizia che il nostro Assistente scelto della Polizia Municipale di Bibbiena Jacopo Piantini, è stato riconfermato nel ruolo di...

Alta velocità, il Comitato Sava incontra il Gruppo LFI

Domenico Alberti “senza misure straordinarie di rilancio dell'economia e delle infrastrutture sono a rischio molte famiglie e imprese”   Arezzo - Le prime cinquemiladuecentoventidue firme pro Medio...