Tartufaie, si presentano i progetti e gli interventi operativi per il miglioramento

Appuntamento a Chiusi della Verna venerdì 6 novembre alle ore 21
 
L’Unione dei Comuni Montani del Casentino promuove per venerdì 6 novembre alle 21 presso la Sala Comunale del Comune di Chiusi della Verna la presentazione del progetto “Interventi operativi per il miglioramento di tartufaie naturali” in Casentino. 
Gli interventi in corso di realizzazione ricadono nel patrimonio regionale gestito dall’Unione dei Comuni Montani del Casentino, si collocano in un più ampio progetto di scala provinciale, cofinanziato dal Servizio Agricoltura della Provincia di Arezzo che, negli ultimi anni, ha investito molto sulla conoscenza degli ambienti di crescita del tartufo e sulla loro diffusione nel territorio provinciale, realizzando una pubblicazione sulla mappatura degli ecosistemi tartufigeni nonché sulla sensibilizzazione e promozione di politiche di tutela e sviluppo della filiera del tartufo. In questo progetto la Provincia ha sentito la necessità di fornire delle ricadute ancora più concrete sul territorio tramite interventi di miglioramento produttivo di tartufaie naturali.
Il progetto, finanziato al 50% anche con fondi della legge regionale sul tartufo, prevede il coinvolgimento attivo degli Enti e uffici pubblici che gestiscono il Patrimonio Agricolo e Forestale Regionale, fra i quali l’Unione dei comuni Montani del Casentino; sono Enti pubblici che nel tempo si sono dimostrati attenti e attivi riguardo alla tematica del tartufo, ai quali è richiesta la realizzazione diretta degli interventi previsti; nel progetto è coinvolto il CREA Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria – Centro di ricerca per la selvicoltura di Arezzo per la progettazione tecnica delle operazioni, mentre la collaborazione nel progetto delle due Associazioni dei tartufai presenti nella Provincia di Arezzo risulta strategica per le capacità dei tartufai medesimi di individuare sul territorio le aree maggiormente produttive. Il progetto, dell’importo di 68.000 euro è stato programmato nelle località di Badia Prataglia in Comune di Poppi e Val della Meta in Comune di Chiusi della Verna (entrambe nel territorio del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi), e infine Compito (Chiusi della Verna), su una superficie totale di 2.67 ettari.
I principali interventi tecnici previsti hanno lo scopo di preservare e tutelare l’ecosistema tartufigeno che risulta minacciato da vari agenti sia di origine naturale che antropica, e di migliorarne le sue qualità e la sua capacità produttiva; fra le operazioni più frequenti ci sono le ripuliture da arbusti, i diradamenti dei soprassuoli arborei, le piantagioni di piante micorizzate e le recinzioni di protezione.
Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa 
Christian Bigiarini - Direttore Responsabile
Christian Bigiarini - Direttore Responsabile
Christian Bigiarini è nato a Roma nel 1971, ma scrive a Ponte a Poppi, in Casentino, dove vive. Direttore del periodico Casentinopiù dal 2013, è anche “scrittore”, giornalista, tabaccaio, “ciclista” e “tennista”: quasi tutto rigorosamente tra virgolette.

Ultimi Articoli

S.O.S. Alberi di Natale: devastante la siccità in Casentino

Montemignaio (AR), 16 agosto 2022 -  “Ci piacerebbe che la Regione Toscana potesse venire incontro anche a noi, come ha già fatto per altre...

Corsalone, casentinese arrestato per spaccio

I Carabinieri della Compagnia di Bibbiena nella loro attività di controllo sulle arterie principali della valle, in località Corsalone, hanno fermato un'auto sospetta con...

Incontri ravvicinati: intervista a Paolo Vanacore

Ho conosciuto Paolo Vanacore a Roma durante la presentazione di Achab, rivista letteraria uscita con il numero 100 dedicato a Pier Paolo Pasolini, su...