Teatro, musica e gastronomia: al via la Festa di Castagnatura di Raggiolo

Sabato 9 novembre si aprirà con i racconti di “In viaggio con la castagna” con Samuele Boncompagni
Il primo giorno proseguirà con la cena con i prodotti autunnali e con il concerto dei Vallesanta Corde

RAGGIOLO (AR) – Un fine settimana nelle tradizioni e nei colori autunnali con la Festa di Castagnatura di Raggiolo. Sabato 9 e domenica 10 novembre torna uno degli appuntamenti più attesi del piccolo borgo casentinese alle pendici del Pratomagno che permetterà di scoprire la cultura e la coltura della castagna attraverso un ricco programma di iniziative a partecipazione gratuita tra itinerari, spettacoli, musica e gastronomia.
La festa, organizzata dalla Brigata di Raggiolo, sarà inaugurata alle 16.00 del sabato con la passeggiata teatrale dal titolo “In viaggio con la castagna” che proporrà un’esperienza adatta anche ai bambini a cura di Samuele Boncompagni, attore e autore dell’associazione culturale Noidellescarpediverse. Il ritrovo è fissato all’Ecomuseo della Castagna nel pieno cuore del borgo, poi gli spettatori verranno accompagnati attraverso un’antica strada selciata fino ad un castagneto dove potranno raccogliere i frutti che verranno poi portati al seccatoio, prima di concludere il percorso al mulino di Morino. Ogni tappa sarà resa ancor più suggestiva dalle storie e dalle leggende raccontate da Boncompagni che, tratte dalla tradizione, faranno scoprire l’importanza di un frutto che per secoli è stato alla base dell’economia e dell’alimentazione di molte località montane. In caso di maltempo, lo spettacolo si terrà comunque all’interno dello stesso Ecomuseo. «Il castagno – spiega Boncompagni, – era chiamato l’albero del pane e la castagna era la ghianda di Giove, dunque la cultura di questo frutto è stata tramandata e raccontata fin dalla mitologia. La passeggiata attraverserà i vicoli del borgo, il fascino della natura e i colori dell’autunno, proponendo un pomeriggio capace di emozionare e di far scoprire la castagna attraverso luoghi e racconti».
La passeggiata si concluderà in piazza San Michele dove, alle 18.00, tutti i presenti potranno mettersi alla prova nella castratura delle castagne o visitare l’Ecomuseo, mentre dalle 19.30 inizierà la cena nei locali al chiuso tra crostini, baldino, brice e vin brulè, accompagnata dalla musica del gruppo folcloristico casentinese de I Badalischi. La prima giornata della Festa di Castagnatura proseguirà infine alle 21.00 nell’antica cappella del sepolcreto con un concerto dei Vallesanta Corde che proporrà una contaminazione di suoni e generi da ogni angolo del mondo. «Raggiolo è uno dei borghi più belli d’Italia – commenta Paolo Schiatti, presidente della Brigata di Raggiolo, – e in occasione della Festa di Castagnatura sarà possibile viverlo in tutta la sua ricchezza e le sue tradizioni, godendo del fascino dei suoi luoghi e delle sue vie più caratteristiche, delle suggestioni dell’autunno, dei sapori della gastronomia locale e della musica popolare».

Comunicato stampa

Ultimi Articoli

L’Ambito Turistico Casentino non si ferma: living lab con gli operatori

Dopo la progettazione per la partecipazione al bando regionale riprende l’attività con gli operatori, appuntamento con il Living Lab, strategie di ambito condivise, per...

Dall’Erasmus Plus alle panchine rosse contro la violenza sulle donne

Comune di Bibbiena, Istituto Comprensivo Dovizi, Lions Club e Rotary Club insieme per un progetto sul futuro Questa mattina alla presenza dell’Assessore alla Pubblica...

Alleanza Verdi Sinistra – Arezzo: “Contrari alla stazione alta velocità Medioetruria”

«Stazione “Medioetruria”, a chi serve un’altra stazione decentrata e collegata con treni lenti ad Arezzo, Siena e Perugia?» «Le richieste di costruire una nuova stazione...