Terapia forestale: Cai e Cnr scelgono la Verna come meta più qualificata

La giornata dedicata al benessere psico-fisico apre a nuovi scenari turistici.

Ora la Verna ha un altro motivo per essere considerata attrattiva nazionale: la sua foresta infatti, lo scorso week end, è stata scelta come sede della giornata dedicata alla “Terapia forestale”, un progetto condotto da Car Ibe e Club Alpino Italiano in collaborazione con il Centro regionale di riferimento in fitoterapia all’ospedale Careggi a Firenze. La prima sessione sperimentale dell’iniziativa ha visto come protagonista proprio la foresta della Verna, considerata la più adatta e corrispondente ai requisiti. 

“Una bellissima giornata che ha visto la foresta della Verna ancora una volta protagonista – ha dichiarato il sindaco Giampaolo Tellini – i sentieri iniziano ad essere concepiti come stazioni di terapia forestale e siamo al lavoro per costruire un’offerta pronta ad accogliere tutti coloro che vorranno provare in prima persona gli innumerevoli benefici psico-fisici e gli stimoli che l’immersione nelle nostre foreste produce”.

Ai volontari che hanno partecipato all’iniziativa di Chiusi della Verna, è stata proposta una esperienza rilassante lungo un percorso ad anello, tutto su sentieri Cai, intorno al Monte Penna e al Sasso di Fra Lupo, tra formazioni di Pino nero, grandi faggi, abeti bianchi e una straordinaria ghiacciaia naturale, per chiudersi alle pendici del Monastero. Uno psicoterapeuta ha condotto i partecipanti lungo il sentiero, alternando passeggiate e frequenti soste, per scoprire come rispondono i sensi nel contatto con gli alberi, i suoni e le proprietà dell’aria della foresta. Una esperienza che ha assunto un valore scientifico a livello internazionale e che si è svolta sotto la guida di operatori della sezione Cai di Arezzo, del Cai nazionale, di psicologi accreditati e di Francesco Meneguzzo del comitato scientifico del Cai nzionale e del Cnr istituto di bioeconomia di Sesto Fiorentino.

Ultimi Articoli

“ShepherdSchool”: nasce nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi la scuola per pastori e allevatori.

Pascoli e opportunità professionali con la zootecnia di montagna: dal mese di aprile partirà presso il centro di formazione "Officine Capodarno" (Stia) la "ShepherdSchool"....

Consiglio comunale aperto per svelare il nome della Mea 2023

Vagnoli: “Rinsaldare il rapporto con le nostre tradizioni significa saper guardare al futuro con maggiore consapevolezza”  Come avvenuto nel 2020, il suo nome della ragazza...

Mandrioli chiusi per rischio slavine

Dopo le ingenti nevicate dei giorni scorsi che hanno causato alcune slavine lungo la strada SP 142 dei Mandrioli, la Provincia di Forlì-Cesena ha...