Turismo, oltre 190mila presenze nei comuni dell’Ambito Casentino

Soddisfazione per i flussi turistici del 2022, le presenze superano l’anno della pre-pandemia

Nel territorio dell’Ambito Casentino nel 2022 sono 61.648 gli arrivi e 191.869 le presenze, dati decisamente in aumento rispetto al 2021; si registra infatti una crescita del 23% sugli arrivi e del 20% sulle presenze. Incrementano in maniera considerevole gli stranieri, raddoppiando la quota del 2021.  Aumentano del 4% le presenze rispetto al 2019, anno della pre-pandemia, nonostante il dato regionale sia ancora lontano dai dati pre covid. Da evidenziare anche il prolungamento del tempo di permanenza sul territorio che si attesta su oltre 3 notti.

“La ripresa c’è e si vede – hanno commentato i sindaci dei comuni dell’Ambito – il lavoro fatto in questi anni, post covid, è stato notevole, questo grazie anche alla regione Toscana e a Toscana Promozione Turistica che hanno reso possibile una nuova forma di aggregazione, gli ambiti turistici a cui noi amministratori abbiamo creduto. Un plauso agli operatori che, nonostante le difficoltà che hanno accompagnato il settore turistico in questi tre anni, hanno continuato a lavorare con dedizione e professionalità per offrire al viaggiatore un’offerta competitiva e in linea con i cambiamenti che ci sono stati. Proprio così, la pandemia ci ha cambiato e ha cambiato anche il modo di viaggiare e le esigenze del turista sempre più alla ricerca di esperienze uniche.”

La forma dell’ambito è essa stessa una ricchezza perché permette di presentarsi in maniera omogenea anche ai mercati nazionali e soprattutto internazionali con la partecipazione alle fiere con Toscana Promozione. Infatti la presenza alle fiere è un’opportunità unica per presentare l’offerta del territorio e farsi conoscere anche da chi cerca destinazioni secondarie rispetto alle grandi città, che sappiano offrire quell’accoglienza genuina e autentica che appartiene al Casentino e alla sua gente.

Sono tante le attività a cui sta lavorando l’Ambito per migliorare ancora l’attrattività e far conoscere le molteplici offerte che questa terra è in grado di dare, da quelle naturalistiche a quelle storiche, artistiche e culturali. Ricordiamo le ultime partecipazioni alla Bit di Milano, a Destination Nature a Parigi e allo Sharing Tuscany dove il Casentino è apparso una meta molto richiesta da parte dei tour operator nazionali e internazionali.

“Abbiamo un patrimonio – concludono i sindaci – da valorizzare e comunicare con tutti gli strumenti a disposizione. Il nostro obiettivo è di camminare in collaborazione con gli operatori del territorio per costruire insieme una governace di Ambito”.

I dati, elaborati dall’Ufficio regionale di Statistica, sono stati pubblicati sul sito della regione Toscana.

 

Ultimi Articoli

Al Cifa di Bibbiena la reunion della Brizzi Big Band

Casentino Jazz Orchestra: la mitica formazione torna di nuovo ad esibirsi venerdì 21 giugno alle 21.30 al Cifa di Bibbiena Metti un gruppo di grandi...

“La cultura della fatica”: il 19 giugno la presentazione del progetto al castello di Porciano

Il 19 giugno alle ore 17:30, presso il castello di Porciano, è prevista la presentazione del progetto "La cultura della fatica" promosso dall'Unione dei...

Tutto pronto per la Granfondo Città di Poppi: boom di iscrizioni

A una settimana dall’evento si può già dire che la Granfondo Città di Poppi sarà un grande successo. Il numero di iscritti ha già...