Un pensiero al giorno: “Dante non è stato qui… forse”

Foto di Claudio Barolo

Dante non è stato qui… forse

C’era odore di menta e di ortica tagliata di fresco.

Il greppo formava un palcoscenico perfetto

dove i due attori potevano esprimersi,

dando il meglio di sé.

A Giogalto, tutto appariva surreale;

le case perfette, la piccola cappella con le opere d’arte di una donna sublime

e poi la notte calda che ti scompigliava un pochino,

sotto le luci di scena.

Serata creata per un qualcosa di nuovo,

chissà se Dante fosse mai stato lì… forse!

La voce di un bimbo che rideva senza capire,

mentre i due attori si miscelavano fra storia

e giocosa ironia.

Gli applausi che arrivavano alle battute, come a dir grazie

di tutta quella spensieratezza.

È stato bello, uno spettacolo itinerante in un borgo minuscolo

e prezioso. E loro, gli attori, preparati e pronti, con la voglia di esserci.

Non sappiamo se Dante sia mai stato lì,

ma voi c’eravate e con voi tanta gente colma d’entusiasmo.

 

Grazie a Samuele, a Lenny e Laura

CONDIVIDI
Articolo precedenteVaccinati contagiati e ricoverati: come leggere correttamente il fenomeno
Prossimo articoloBibbiena, torna la Fiera del Cocomero: obbligatorio il Green Pass
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce a San Piero in Frassino nel dicembre del 1964. Oggi vive e lavora a Poppi, dove condivide un salone di parrucchieria col marito. Ha due figli che sono la sua vita e la scrittura è la sua più grande passione, infatti ha pubblicato due libri di novelle e tre romanzi. A primavera uscirà il suo sesto romanzo che sarà macchiato di giallo. Da anni collabora con la rivista casentinese CasentinoPiù.