Un pensiero al giorno: “Il pulmino della scuola”

Foto di Clker-Free-Vector-Images da Pixabay

Il pulmino della scuola

Non sembra neanche lo stesso pulmino;

quasi sempre giallo, simpatico, con le sue file di piccoli seggiolini,

lui cambia sostanzialmente soltanto dal primo mattino,

all’ora di pranzo.

La cosa è anche divertente, ma, assolutamente vera.

Se guardi e ascolti passare un pulmino al mattino,

all’interno ci sono tanti musetti sbattuti,

sbadiglianti e con l’aria che rasenta la tristezza.

All’ora di pranzo invece, non sembrano neanche gli stessi ragazzi;

gli schiamazzi arrivano fin dove sei, fuoriescono dai finestrini

e ti raggiungono allegri e pimpanti.

Le voci sono altissime e i temperamenti pure…

Eppure sono gli stessi ragazzi,

quelli che poche ore prima andavano a scuola

e iniziavano la loro giornata “lavorativa”.

Dunque; Il pulmino rimane quello,

giallo, con le sue file di seggiolini,

e colmo di giovani “leve”,

ma che questa volta hanno la giornata

libera davanti…

CONDIVIDI
Articolo precedenteUn pensiero al giorno: “La testa fra le nuvole”
Prossimo articoloA Farneta, il paese delle Novelle della Nonna, rinnovato il Consiglio della Pro loco
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce a San Piero in Frassino nel dicembre del 1964. Oggi vive e lavora a Poppi, dove condivide un salone di parrucchieria col marito. Ha due figli che sono la sua vita e la scrittura è la sua più grande passione, infatti ha pubblicato due libri di novelle e tre romanzi. A primavera uscirà il suo sesto romanzo che sarà macchiato di giallo. Da anni collabora con la rivista casentinese CasentinoPiù.