Un pensiero al giorno: “Non tutto è perduto”

Foto di V S da Pixabay

Non tutto è perduto

Spesso, “la scatola magica” diffonde notizie

raccapriccianti,

di quelle che ti fanno interrogare su alcuni esseri umani,

anche se questi, di umano hanno forse l’organismo.

“La scatola magica” ha raccontato che in un lontano paese,

per una sorta di tradizione che va avanti da centinaia di anni,

certe persone, per puro divertimento,

fanno spiaggiare balenottere e delfini in quantità colossali,

per poi accoltellarli.

Il divertimento sta proprio nel trarli in inganno

e avventarsi su loro, e colpirli e provare piacere.

Questa sorta di caccia possiede anche un nome; GRIND,

per l’esattezza!

A questo punto vi chiederete il perché del titolo di questo mio pensiero,

perché mai, penserete, qualcosa di così atroce si possa intitolare:

“Non tutto è perduto”?

Ma semplicemente perché mia figlia ha pianto di un pianto doloroso

udendo questa notizia, e io con lei, e, ne sono stata orgogliosa!

A Claudia e a tutti coloro che ascoltando di questo scempio, hanno avuto voglia di piangere

CONDIVIDI
Articolo precedenteUna nuova scuola per Chiusi della Verna
Prossimo articoloUn fine settimana di risate a Raggiolo con “Giovanissimi comici alla ribalta”
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce a San Piero in Frassino nel dicembre del 1964. Oggi vive e lavora a Poppi, dove condivide un salone di parrucchieria col marito. Ha due figli che sono la sua vita e la scrittura è la sua più grande passione, infatti ha pubblicato due libri di novelle e tre romanzi. A primavera uscirà il suo sesto romanzo che sarà macchiato di giallo. Da anni collabora con la rivista casentinese CasentinoPiù.