Un pensiero al giorno: “Nonna”

Foto di congerdesign da Pixabay

Nonna

Hai le mani grinzose perché il tempo le ha rese così,

I tuoi occhi hanno dei graffi profondi nei lati

e anche questo è il segnale del tempo che ti ha attraversato.

Ma ora rimani ti prego, rimani anche se attraversata dal tempo,

perché tu sei la storia, sei l’odore di mamma, di nonna,

tu sei nel mio trascorso e nel mio presente.

Mi hai tenuto la testa quando l’avevo piegata,

mi hai asciugato le lacrime quando scendevan copiose

e hai disinfettato le mie ginocchia quando cadevo.

Ti prego, raccogli il mio grido e rimani con me,

io sento ancora l’odore del sugo e delle strisce di sfoglia

bruciacchiate sulla tua stufa,

vedo ancora la tua mantellina grigia a coprirti le spalle

e ne avverto ancora il profumo.

Ti prego, raccogli il mio grido e rimani con me,

tu sei due volte la mia genitrice,

hai tenuto le mani sulla mia pancia quando era piena di vita

e mi hai asciugato il sudore quando ti ho resa bisnonna…

Ti prego, rimani con me!