Un pensiero al giorno: “Te ne stai lì, brutto e desolante…”

Te ne stai lì, brutto e desolante…

Ci sono fiori ad abbellire terrazzi,

e giare che impreziosiscono giardini curati.

Gente che si prende cura del suo pezzettino di vita,

che gli è costato tanto e che ha guardato crescere figli.

E poi ci sei tu; Brutto e avvilente ammasso di macerie,

che te ne stai lì, ad imbruttire quel paese,

a renderlo come, macchiato di te.

Eppure un tempo, sei stato motivo d’orgoglio;

hai fatto crescere famiglie per le quali rappresentavi,

sostentamento.

Ma, adesso basta, sei vecchio, e anche pericoloso

perché erto lungo a una strada importante,

adesso hai fatto il tuo corso.

Hai contato molto per questa vallata,

ma è arrivata ora che tu ti metta a riposo,

e che le istituzioni, le varie politiche si mettano d’accordo,

che faccian qualcosa,

perché se lo merita il paesaggio, l’aria lì intorno,

e se lo merita la gente che posa gli occhi sopra di te,

e chiunque passi di lì, che siamo tanti ogni giorno.

Soprattutto, cara vecchia SACCI, te lo meriti tu,

perché alla fine, per colpa degli uomini,

arriveremo ad odiarti.

Agli abitanti del Corsalone

Marina Martinelli
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce nel 1964 e “arranca” tutta la vita alla ricerca della serenità, quel qualcosa che le è stata preclusa molto spesso. La scrittura è per lei una sorta di “stanza” dove si rinchiude volentieri immergendosi in mondi sconosciuti e talvolta leggiadri. Lavora come parrucchiera a Poppi e gestisce il suo salone con una socia. E' madre di due figli che sono per lei il nettare della vita e scrive, scrive ormai da molti anni anche per un Magazine tutto casentinese che si chiama “Casentino Più”. È riuscita a diventare giornalista pubblicista grazie proprio al giornale per cui scrive e questo ha rappresentato per lei un grande traguardo. Al suo attivo ha ben sette libri che sono: “Le brevi novelle della Marina", “L’uomo alla finestra”, “Occhi cattivi”, “Respira la felicità”, “Un filo di perle”, “La sacralità del velo”, “Le mie guerriere, quel bastardo di tumore al seno”. Attualmente sta portando avanti ben due romanzi ed è felice! È sposata con Claudio, uomo dall’eterna pazienza.

Ultimi Articoli

Ultima settimana del Festival del Libro di Bibbiena: altri grandi autori e altri eventi

Un festival da record nelle prime due settimane: 1430 persone che hanno partecipato ai vari eventi, più di 500 libri venduti, 40 insegnanti del...

Da Badia Prataglia una storia d’amore di altri tempi

Ti chiamerò Flora Questa è una storia d’amore apparentemente al pari di una delle tante altre nate in tempo di guerra, che la guerra ha...

Carlo Toni a proposito di Poppi e turismo

«La Regione Toscana in base alla L.R. n. 86 - 2016/2018 - informazione e accoglienza turistica - ha stabilito che si costituissero gli A.T.O....