Un pensiero al giorno: “Un adolescente e suo padre”

Un adolescente e suo padre

Oggi sei grande, o almeno è quello che si dice.

Hai un filo di barba e qualche brufolo sul mento,

e sei maledettamente bello, con quella tua aria da ragazzaccio.

So che hai la ragazza, e ciò mi riempie d’orgoglio

ma, anche di nostalgia.

Sai figliolo; quando eri bambino ti ci prendevo in giro

su questo argomento, e non vedevo l’ora di assaporare

l’evento,

ma oggi che quel momento è arrivato…

vorrei cacciarlo indietro,

il più lontano possibile.

Il fatto è che non mi abbracci più volentieri,

anzi, non mi abbracci proprio più,

come se fosse una vergogna, e questo mi fa un grande male,

ma lo tengo per me.

Mi saluti con fretta, e difficilmente mi guardi negli occhi,

sembra che tutto questo sia una cosa normale

e io provo a ficcarmelo nella testa,

ma dentro al cuore, dentro lì, proprio non ci riesco.

Vai a raccontarlo al mio cuore che adesso non sono più il tuo “Papone”

o comunque, che lo sono di meno.

Comunque, io resto qui, ad aspettarti,

ad aspettare il nullaosta per essere tuo padre.

 

A Enrico. Grazie  

Marina Martinelli
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce nel 1964 e “arranca” tutta la vita alla ricerca della serenità, quel qualcosa che le è stata preclusa molto spesso. La scrittura è per lei una sorta di “stanza” dove si rinchiude volentieri immergendosi in mondi sconosciuti e talvolta leggiadri. Lavora come parrucchiera a Poppi e gestisce il suo salone con una socia. E' madre di due figli che sono per lei il nettare della vita e scrive, scrive ormai da molti anni anche per un Magazine tutto casentinese che si chiama “Casentino Più”. È riuscita a diventare giornalista pubblicista grazie proprio al giornale per cui scrive e questo ha rappresentato per lei un grande traguardo. Al suo attivo ha ben sette libri che sono: “Le brevi novelle della Marina", “L’uomo alla finestra”, “Occhi cattivi”, “Respira la felicità”, “Un filo di perle”, “La sacralità del velo”, “Le mie guerriere, quel bastardo di tumore al seno”. Attualmente sta portando avanti ben due romanzi ed è felice! È sposata con Claudio, uomo dall’eterna pazienza.

Ultimi Articoli

Gli alunni dell’IC Alto Casentino in partenza sul treno della memoria: destinazione Auschwitz

Sette giorni di viaggio sulle tracce della memoria Pratovecchio Stia (AR) - Sono 28 gli studenti della Secondaria di primo grado dell’IC “Alto Casentino” che...

Al via il progetto rivolto ai giovani inoccupati e promosso dall’Unione dei Comuni del Casentino

Tante le azioni messe in campo per i giovani L’Unione dei Comuni Montani del Casentino ha dato il via al progetto con cui ha vinto...

Poppi, una mozione della minoranza per l’acquisto di un appartamento nel centro storico

Una mozione è stata presentata dal gruppo di minoranza al consiglio comunale di Poppi in merito all’assegnazione tramite asta di una porzione di edificio...