Un pensiero ogni tanto: “Ritornano le lucine”

Ritornano le lucine

Eccole di nuovo quelle lucine che tanto fan festa,

ma, che altrettanto fanno riflettere.

Il brilluccichio delle vetrine, è sfacciato e sublime,

ti cattura mentre fa sfoggio di sé.

Ci sono bambini col naso spiaccicato a godere di quello spettacolo,

hanno occhi sognanti e avidi di avere, di ottenere chissà quale cosa,

e allora tutto corre più in là,

dove i bambini non possan desiderare alcun che.

Questo brilluccichio di lucine non ci è indifferente,

ci pone quesiti e pensieri,

che ci portano in quei luoghi dove non brilluccica niente.

E allora ti assale un dolore, e allora ti racconti che non è colpa tua,

ti racconti che non dipende da te…

ma ciò non basta a donarti leggerezza,

e allora quelle lucine fanno un po’ male,

almeno per me!

Ma di certo, non puoi buttar via ciò che hai

perché qualcun altro non l’ha…

e mentre le guardi e sorridi e gioisci,

provi anche una pena sottile che è quella della non indifferenza,

e ti senti impotente.