Una vita da Artigiano, premiate a Bibbiena 17 storie d’impresa

Bernardini CNA Casentino: una serata di orgoglio artigiano

Pomeriggio di festa al Teatro Dovizi di Bibbiena per omaggiare gli artigiani del Casentino che da decenni portano avanti le proprie attività imprenditoriali in diversi settori con passione, sacrificio, tradizione e innovazione.

Con l’evento ‘Una vita da artigiano’ CNA ha voluto premiare 17 artigiani provenienti da 10 comuni della vallata. I primi a salire sul palco sono stati i bibbienesi Franco Piombini, imprenditore nel settore delle autoriparazioni da 50 anni (ha iniziato nel 1970 l’attività di meccanico come impresa individuale per poi costituire nel 1984 la Piombini snc) e Natalino Santini da 47 anni imprenditore del settore tessile, omaggiati dal primo cittadino Filippo Vagnoli. A seguire il Sindaco di Bibbiena ha consegnato le targhe a Luigi Giannini di Ortignano Raggiolo, in attività dal 1960 nel settore del legno e arredamento e fondatore della Giannini snc, storico marchio di cucine casentinesi, a Ugo Acciai (per lui ha ritirato la targa il figlio) e Piero Detti, di Chiusi Della Verna, per i 51 anni di attività imprenditoriale nel settore dell’edilizia.

Il primo cittadino di Pratovecchio Stia Nicolò Caleri ha invece omaggiato i suoi concittadini Ottavio Fabbri che 59 anni fa, nel 1961, ha iniziato l’attività di meccanico e Vanni Bergamaschi falegname da 37 anni. Riconoscimenti anche a Lorenzo Guadagnoli e Carla Caselli di Poppi, il primo per l’attività edile che porta avanti da 49 anni e la seconda per i 43 anni nel settore della metalmeccanica. Per Castel San Niccolò sono stati omaggiati Giuseppe Giannotti, che da 42 anni porta avanti l’attività di carrozziere, e Alessandro Ragazzini imprenditore edile da 26 anni.

Le premiazioni sono proseguite con Lorenzo Remo Ricci, Presidente dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino, che ha consegnato le targhe ai fratelli Enzo e Giancarlo Piccardi di Castel Focognano per i loro 38 anni di attività nell’autoriparazione. Omaggiati anche Guido Croci di Talla per i sui 44 anni di attività come imprenditore edile e Maria Rosa Chini, da 41 anni parrucchiera a Chitignano.

La serata si è conclusa con i riconoscimenti a Maurizio Nencioni, che da 28 anni porta avanti l’attività di famiglia nel settore della pelletteria, avviata nel 1971 a Firenze dai genitori, e ad Egidio Giuntini da 41 anni impiantista idraulico, entrambi di Montemignaio. A consegnare i premi sono stati rispettivamente Franca Binazzi, Presidente Territoriale CNA Arezzo e Marcello Bernardini, Presidente CNA Casentino.

“Un bel pomeriggio ricco di storie di imprenditori e di vita personale – ha dichiarato soddisfatto Bernardini – che ha regalato al pubblico emozioni di imprenditori che racchiudono l’esperienza che viene dal passato, la concretezza del presente ed il coraggio di guardare al futuro in una vallata come il Casentino in cui è difficile fare impresa. Storie di aziende radicate sul territorio che hanno creato e mantengono posti di lavoro importanti per la vallata. Questi eventi rappresentano dei bei momenti di condivisione e di stimolo per un’associazione come CNA che da sempre e quotidianamente è a fianco dei suoi associati”.

C. stampa