Unione dei Comuni e Consorzio di Bonifica incontrano la stampa

Interventi fatti nel 2015 e in agenda l’anno prossimo, alla luce della nuova convenzione
Martedì 22 dicembre ad Arezzo, l’Unione dei Comuni Montani del Casentino ed il Consorzio di Bonifica Alto Valdarno presenteranno in una conferenza stampa congiunta i lavori effettuati nell’anno che si sta concludendo e quelli messi in programma per il 2016. Saranno presenti i rispettivi presidenti Giampaolo Tellini per l’Unione dei Comuni e Paolo Tamburini per il Consorzio di Binifica. L’anno 2015 è stato, fra l’altro, quello della sottoscrizione di una apposita convenzione fra i due Enti, che introduce un “modus operandi” codificato stabilendo ruoli e competenze, mentre in passato si operava gestendo singolarmente le varie situazioni. “Un risultato – commenta Tellini – che è stato raggiunto per la prima volta, e non potrà che avere ripercussioni positive sulle opere di messa in sicurezza del territorio e sulla calendarizzazione dei lavori, anche a beneficio dei singoli Comuni”. A proposito di lavori, nel prospetto che sarà presentato martedì si evince ad esempio che gli interventi di manutenzione ordinaria nei corsi d’acqua casentinesi (consistenti nel taglio selettivo della vegetazione in alveo e sulle sponde, compresi i tratti in corrispondenza degli attraversamenti stradali) hanno interessato nel 2015 circa 40 km di torrenti e fossi, per un importo complessivo di poco inferiore al mezzo milione di euro. Cinque le manutenzioni straordinarie effettuate (sul fosso Rignano nei pressi di Bibbiena, sul Torrente Corsalone a monte della omonima località del Comune di Chiusi della Verna, sul FossIo delle Pillozze nei pressi di Romena in Alto Casentino, sul torrente Bora presso Poppi e sul torrente Teggina in prossimità della costruenda ciclopista dell’Arno) per circa 400.000 euro, e sei interventi di pronto intervento nei corsi d’acqua, per complessivi 21.600 euro. Nell’incontro di martedì saranno appunto illustrati anche gli interventi previsti per il nuovo anno, alcuni dei quali già progettati e in attesa delle relative autorizzazioni per poter aprire i cantieri, come ad esempio il rifacimento del ponte sul torrente Zenna fra i Comuni di Castel Focognano e Capolona.
Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa