Unione dei Comuni, la Giunta approva una riorganizzazione del settore forestale

Calbi e Tellini: “Razionalità e risparmi, ma ora la Regione faccia la sua parte per i lavoratori”

Per il settore forestale, un servizio svolto in Casentino dall’Unione dei Comuni su delega regionale, è in arrivo una riorganizzazione generale recentemente approvata dalla Giunta. Lo conferma il Presidente Valentina Calbi, che sottolinea come siano stati fatti “Interventi di riorganizzazione del personale in modo da costituire ambiti geografici e squadre dedicate ai vari tipi di interventi, secondo un piano che va nella direzione della specializzazione per ottimizzare le risorse e conseguire i risparmi auspicati dalla Regione che è titolare del servizio”. Il vice presidente Giampaolo Tellini, con delega a questo settore, aggiunge che “Questa ristrutturazione era auspicata da tempo, e riguarda un servizio nel quale sono impiegati una cinquantina di dipendenti diretti dell’Unione più circa 30 operatori esterni. La nostra proposta viene incontro alle sollecitazioni regionali, ma ora è tempo che anche Firenze faccia la sua parte, perché nonostante tutti gli impegni presi questo settore naviga ancora a vista. A questo proposito abbiamo anche presentato all’ultimo Consiglio dell’unione un Ordine del Giorno nel quale si sollecita la Regione affinché incrementi i finanziamenti in modo sufficiente a garantire l’occupazione forestale, mentre invece si rischia la sospensione del rapporto di lavoro per mancanza di fondi”. Tutto questo – precisano Tellini e Calbi – “nel rispetto per la funzione delegata assegnata secondo le direttive che la legge stabilisce, in primis l’obbligo a carico dell’Ente delegante di assicurare le risorse all’Ente delegato”.
La riorganizzazione del settore sarà operativa a partire dal prossimo mese di settembre, giusto alla vigilia degli Stati Generali delle Foreste convocati dall’assessore regionale Remaschi per il giorno 8 a Firenze.

Poppi, 30 luglio 2016.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa