“Un’Italia che aiuta”: diventa anche tu volontario della Croce Rossa Italiana!

Si svolgerà lunedì 30 ottobre 2017 alle ore 21.00 presso la sede di Bibbiena (Ar), la presentazione del corso per l’anno 2018, per diventare volontario della Croce Rossa Italiana. Si tratta di un importante percorso formativo, svolto da personale qualificato, che permette dopo il superamento dell’esame finale e quindi il conseguimento dell’attestato, non solo di entrare a far parte del gruppo di volontari della Croce Rossa Italiana, ma anche di unirsi al gruppo dei volontari della Protezione Civile, o comunque di svolgere tutte quelle attività che riguardano il sociale. Iniziare un’avventura del genere vuol dire intraprendere un importante percorso di crescita che va al di là dell’età anagrafica, vuol dire mettersi in gioco completamente, vuol dire stare insieme, facendo qualcosa di estremamente utile per gli altri e per se stessi, e che permette di apprendere le conoscenze sanitarie di base necessarie per poter essere sempre pronti a correre in aiuto di chi si trova in difficoltà.

Il corso è aperto a tutti, unico requisito richiesto è aver compiuto 16 anni. Per tutti gli interessati l’appuntamento è quindi per lunedì 30 ottobre 2017 presso la sede della Croce Rossa di Bibbiena (Ar), via G. La Pira 7.

Per maggiori informazioni contattare i numeri 0575.594104 e 349.5966205 (Silvia), oppure scrivere una e-mail all’indirizzo: corsi@cribibbiena.it

CONDIVIDI
Articolo precedenteNuovo asilo a Soci: approvata la proposta in Comune
Prossimo articoloLa presentazione di “Autunno Slow”, domani all’Alpstation di Arezzo
Giulia Siemoni
Giulia Siemoni, nata a Bibbiena (Ar) nel 1983, è laureata in Scienze per i Beni culturali con biennio specialistico in Storia dell'Arte presso l'Università degli Studi di Siena e diplomata archivista presso la scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica dell'Archivio di Stato di Firenze; attualmente sta frequentando il corso di biblioteconomia presso la Scuola Vaticana di Biblioteconomia a Roma. Svolge attività di libera professionista, in questo momento è impegnata nel riordino dell'Archivio Storico e nella catalogazione della Biblioteca Antica del Sacro Eremo e Monastero di Camaldoli. Amante degli animali, è socia della sezione Enpa del Casentino e volontaria presso il canile intercomunale di San Piero in Frassino; è inoltre appassionata di trekking ed escursionismo e socia della s.s. Cai di Stia-Casentino. Dal 2015 è collaboratrice del Magazine CasentinoPiù, dove si occupa principalmente della rubrica della s.s. Cai Stia-Casentino.