Urbanistica e ciclo dei rifiuti, priorità per l’Unione

Sestini: “Ora c’è da fare un lavoro oscuro, ma poi i cittadini ne vedranno i frutti”

Riunioni e incontri si susseguono presso l’Unione dei Comuni Montani del Casentino, in agenda le questioni più importanti su urbanistica e ciclo dei rifiuti. “La tanto bistrattata Unione continua il lavoro per cui è nata”, commenta il Sindaco di Castel Focognano e Presidente dell’Unione dei Comuni Massimiliano Sestini. “In questi giorni i tecnici dell’ ufficio urbanistica di tutto il Casentino hanno iniziato il percorso per un nuovo e moderno Regolamento di vallata, e a breve per le prossime riunioni allargheremo la partecipazione anche ai rappresentanti degli ordini professionali. Già ci siamo espressi tante volte sull’importanza di questo passaggio, che per tanto tempo non è stato che un sogno nel cassetto. Fa piacere vedere che si fanno passi avanti, lavoriamo in silenzio, i risultati poi saranno ben percepibili dalla gente sotto forma di semplificazione delle regole e snellimento delle pratiche. Mi piace ribadire anche se sottovoce il ruolo dell’Ente, che è lo strumento per unire singole realtà istituzionali e applicare strategie comuni”.
Nello stesso momento sempre nella sede di Ponte a Poppi i Sindaci assieme al direttore Diprima e i tecnici di Ato Toscana Sud hanno affrontato la questione legata alla gestione dei rifiuti. “Qui sappiamo – prosegue Sestini – che il Casentino come territorio deve raggiungere il prima possibile gli standard toscani per quanto riguarda il riciclo e il riutilizzo dei rifiuti e delle materie prime. Come fare? Sistema di raccolta porta a porta e cassonetti di prossimità sembrano essere le soluzioni migliori per un territorio così variegato che va dall’Arno al Pratomagno, dal crinale tosco-romagnolo a quello valdarnese. Una conformazione che ovviamente fa lievitare i costi rispetto ad alte concentrazioni di abitanti in pochi chilometri. Serve però uno sforzo da parte di tutti, gli amministratori nel fare sistema, i cittadini nell’elevare lo standard di partecipazione civica, troppe volte noi Sindaci siamo stati costretti ad attuare provvedimenti contro chi non rispetta le modalità di raccolta o cerca di evadere il tributo, un passo avanti è necessari oda parte di tutti”.

Poppi, 14 novembre 2018.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa

Ultimi Articoli

RidiCasentino si tinge di rosa con la vittoria di Carolina Amadori

Il concorso nazionale di letteratura comica ha registrato il successo della scrittrice di Rosignano Solvay. “Le fiammate” è il racconto vincitore al termine di...

Bibbiena spinge sui cantieri nonostante l’aumento dei prezzi e la mancanza di materie prime

“Sono ben 20 i cantieri terminati in questi tre anni, 6 in corso e ben 10 quelli in partenza per un investimento complessivo di...

A Poppi una giornata di festa per il 1° Memorial Massimiliano Pancini

Di Roberto Gennari Fa parecchio caldo, sabato 30 luglio, a Poppi, anche se il meteo dice che nel pomeriggio potrebbe piovere. Io sono partito da...