Voci dal Casentino: “Martina Castelli e la sua Live Love Dance”

Nella mia rubrica di voci casentinesi non poteva mancare quella di Martina Castelli che si è tolta una grande soddisfazione alle Nazionali di danza aerea. Cerchiamo quindi di saperne di più.

Da quanto tempo insegni danza Martina?
Insegno danza da quando avevo 16 anni, a dire la verità sono cresciuta e ho insegnato presso la scuola di ballo “Two pas dance” di Silvia Fani a Soci, ma da settembre dell’anno scorso ho aperto una scuola tutta mia a Subbiano, si tratta della “Live Love Dance”, però continuo ad insegnare in entrambe.

Ti ho visto spesso all’opera e mi hai emozionato più volte. Quante ragazze-ragazzi hai nella tua realtà d’insegnamento?
Complessivamente arrivo a circa 120 ragazzi e questo lo ritengo un numero importante che mi fa sentire responsabile ma anche tanto fiera di quello che in poco tempo sono riuscita a fare.

Di quale tipo di gara si trattava quella svoltasi all’Aquila?
Si trattava delle Nazionali di danza aerea sotto l’organizzazione “Csen”, dove le mie ragazze hanno passato tre selezioni tramite video e poi susseguentemente hanno vinto le regionali, per ritrovarsi dunque alle Nazionali.

Quali sono le ragazze che hanno calcato i podi più alti e che ti hanno resa orgogliosa di essere la loro maestra?
Le ragazze in questione sono quattro e si tratta di: Ilaria Vitiello, Emma Terinazzi, Michela Baglioni e Claudia Acciai, di cui le ultime due, ovvero Michela e Claudia, si sono classificate seconde di categoria alle Nazionali e quindi andranno alla coppa Italiana mondiale, che si terrà a dicembre di quest’anno a Roma, e più precisamente a Cinecittà, nel palco più grosso d’Europa.

Raccontati a ruota libera…
È stata un’emozione unica, non avrei mai creduto di arrivare così tanto in alto perché la danza purtroppo non è considerata al pari di altri sport e tantomeno è troppo seguita, ma ha comunque tanto da dimostrare e trasmettere, e questa nostra vittoria, sia delle Regionali che delle Nazionali, ci ha dato quella forza che ci mancava, ci ha dato una grinta incredibile che non sarà facile smontare. Ci faremo certamente valere e il nostro territorio casentinese spero sia orgoglioso dei nostri risultati, perché dietro c’è un importante lavoro che dura tutto l’anno e in modo costante. Il nostro lavoro è davvero duro e ci porta inevitabilmente a fare tante rinunce, tanti sacrifici ma si tratta di una scelta precisa, immensamente pensata, e noi siamo determinate ad andare avanti!  Peraltro sono orgogliosissima delle mie ragazze e anche della mia scuola che in fondo vanta due campionesse italiane, e tanta, ma tanta voglia di andare avanti! Ci tengo a sottolineare che la disciplina della danza aerea allena tutto il corpo pari alla palestra, solo che la si fa in gruppo e in una totale armonia, non ha limiti di età perché è rilassante anche se faticosa, e procura innumerevoli soddisfazioni anche da ogni singola lezione, per cui vi aspetto presso le scuole di danza: Live Love Dance e Two Pas Dance.

Credo di aver fatto bene ad ascoltare anche questa voce casentinese perché mi ha permesso di conoscere più intensamente un qualcosa che non avevo mai approfondito e poi, parlare con Martina e scoprire la sua determinazione è stato piacevole.

Grazie Martina

Marina Martinelli
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce a San Piero in Frassino nel dicembre del 1964. Oggi vive e lavora a Poppi, dove condivide un salone di parrucchieria col marito. Ha due figli che sono la sua vita e la scrittura è la sua più grande passione, infatti ha pubblicato due libri di novelle e tre romanzi. A primavera uscirà il suo sesto romanzo che sarà macchiato di giallo. Da anni collabora con la rivista casentinese CasentinoPiù.

Ultimi Articoli

Voci dal Casentino: “Martedì d’autore”… incontri letterari in una cornice perfetta

L’Associazione culturale “La cornucopia” e nella fattispecie il presidente Giulio Locatelli, scrittore e poeta subbianese, ha istituito per più martedì estivi, degli incontri riguardanti...

Bibbiena, tutto pronto per l’inaugurazione dell’Imagine Camp di Santa Maria

Gli street Artist Andrea Crespi e Manu Invisible hanno completato il lavoro sulla pace nel campo da basket di Piazzale John Lennon che sarà...

Oltre 2 milioni di euro per la rigenerazione culturale, sociale ed economica di Chiusi della Verna e Ortignano Raggiolo

Unici territori della vallata ad aver vinto il bando ministeriale.  Uno straordinario risultato per Chiusi della Verna e Ortignano Raggiolo, i due comuni casentinesi accomunati...