“Voci dal Casentino”: Rossana Farini e le sue “Filastrocche per un nuovo mondo”

Si presenta così questo libro per bambini, libro che allarga la visione delle cose anche ai grandi, sì perché queste filastrocche auspicano un nuovo mondo, un mondo migliore per tutti. L’energia di cui è intriso, parte già dai colori che lo rivestono e che ricoprono tutta quanta la copertina. Sono colori gioiosi, vogliosi di cambiare qualcosa, e sono stati scelti ed apportati dalle mani di due bambine, due vivaci gemelle: Emma e Adele Freschi.
L’idea di questo magico libro di filastrocche nasce dal bisogno che Rossana Farini ha sentito durante i giorni del lockdown, quei giorni tetri dove nelle case aleggiava uno spesso senso di paura e desolazione, e che lei ha cercato disperatamente di tenere lontano dalla sua casa, inventando storie leggere e colme di fantasia. Proprio così, un po’ giocando con i suoi due figli che le davano manforte, le è venuta la voglia di donare queste storie mimate con pupazzi e oggetti, anche al di fuori della sua casa, con la speranza di dare degli input ad altri genitori e magari di strappare un sorriso ai bambini che tenevano il naso spiaccicato sui vetri delle finestre, aspettando che qualcosa di buono spazzasse via quel torpore negativo.
Così nascevano le filastrocche di Rossana Farini, una, due, tre, fino a quando la cartelletta che le racchiudeva non ha cominciato a lamentarsi e a tossire un pochino perché troppo piena, e dalla pancia troppo piena della cartelletta di Rossana, è nata l’idea di racchiuderle tutte quante in questo libro a dir poco fantastico, di cui Matilde e Massimo, i suoi figli, hanno partecipato a curarne le scenografie, le musiche di sottofondo e i disegni.
Ciò che questo portento di donna mandava sui social per alleggerire qualche cuore di bimbo, nel frattempo veniva notato da Stefanella Baglioni e Fabrizio Radicchi del canale “Teletruria2”, e proprio così è nata l’idea di mandarlo in onda nella rubrica serale inventata allo scopo di trattenere e tenere impegnati, almeno una parte delle persone costrette alla quarantena obbligatoria dal lockdown. Alla sera il programma dal titolo: “Iorestoacasa”, alleggeriva un po’ il tempo, diventando un appuntamento simpatico e divertente.

Rossana Farini è una donna energica, di quelle donne che non si fermano un momento e che si trovano a governare un sacco di idee, oltre agli impegni quotidiani, lavorativi e familiari, ma soprattutto ha la capacità di trasformare in bello e utile tutto ciò che per svariati motivi resta un pochino nell’ombra, curando argomenti talvolta delicati.
Con questo libro che la dice lunga anche col titolo stesso, ovvero: Filastrocche per un nuovo mondo (AGC Edizioni), Rossana ha sollevato animi afflitti, facendoli gioire un pochino e permettendogli di dimenticare per una manciata di minuti, una fase della vita che è stata ed è ancora pesante per tutti, oltretutto Il ricavato della vendita verrà interamente utilizzato affinché resti vivo il progetto dell’importanza della musicalità nelle scuole, per cui con questi proventi verranno acquistati strumenti musicali per bambini del Casentino che non riuscirebbero altrimenti ad averne dei propri.
“Filastrocche per un nuovo mondo” ha già contribuito a far molto, in primis ha sollevato umori e donato sorrisi a grandi e piccini in un momento in cui tutto questo serviva almeno quanto il pane, e continua a fare del bene con la sua morale consigliera, di cui sono piene le filastrocche stesse.
Che dire: Rossana Farini non solo è riuscita a far nascere un fiore di loto dalla fanghiglia, come lei sostiene, ma continua ad annaffiare quel fiore che sta diventando ogni giorno più bello e colorato, e sono certa che il suo profumo si potrà percepire da molto lontano.
Il libro Filastrocche per un nuovo mondo è stato presentato in due punti essenziali del nostro Casentino e visto il successo ottenuto, non mancherà di presentarsi ancora. Per quanto mi riguarda, è stato bello leggerne ben tre storie, che mi hanno appassionato e che ho scelto fra le altre, non con poca fatica.
E’ sottointeso il ringraziamento per tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione di questo progetto, ma soprattutto ho voglia di ringraziare Rossana Farini e la sua cartelletta che lamentandosi della troppa pienezza ha cominciato a tossire fino a che questa fantasiosa scrittrice ha deciso di alleggerirla facendone un meraviglioso libro di filastrocche!