A Bibbiena… spazio ai giovani!

Le politiche giovanili rappresentano un ambito di azione privilegiato per l’Amministrazione di Bibbiena che, attraverso l’Assessore Filippo Vagnoli, ha attivato una serie di iniziative di successo. Grazie ad un costante lavoro svolto in accordo con i vari attori locali e in concomitanza con la nascita del Centro Creativo Casentino, si è infatti creata una rete virtuosa fatta di associazioni di categoria, professionisti, enti finalizzata a supportare il mondo giovanile su due direttrici specifiche:  formazione e informazione.
I soggetti coinvolti sono da un lato il Centro per l’impiego per il lavoro, le associazioni di categoria  per artigianato e commercio, la Biblioteca di Bibbiena per l’ambito culturale e le Università. 
Presso il Centro Creativo Casentino di Bibbiena Stazione é attivo lo sportello InfoPoint: un servizio che il Comune di Bibbiena, in collaborazione con il Parco delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, l’Unione dei Comuni del Casentino, e il Comune di Pratovecchio-Stia  ha pensato per tutti i giovani che risiedono nel territorio casentinese. Uno strumento che consente di dar informazioni delle opportunità locali e nazionali ma anche internazionali.
Al Centro Creativo è stato da tempo attivato anche Eurodesk  – Rete Europea di informazione ed orientamento. Il Comune di Bibbiena, in collaborazione con l’Unione dei Comuni, il Parco delle Foreste Casentinesi ed il Comune di Pratovecchio-Stia, ha aderito alla Rete Nazionale Italiana Eurodesk individuando il Centro Creativo Casentino come centro per la Mobilità Educativa Transnazionale dei Giovani. L’obiettivo di Eurodesk è quello di diffondere nella maniera più ampia e nel modo più vantaggioso possibile per l’utenza finale, l’informazione sui programmi europei rivolti alla gioventù promossi dall’Unione Europea.
Lo Sportello mobile GiovaniSì rappresenta un servizio di informazione e consulenza personalizzata su tutte le iniziative promosse all’interno del progetto Giovanisì ed un cantiere di incontri e laboratori. 
La Consulta dei Giovani del Casentino è nata dalla volontà di due giovanissimi  impegnati attivamente nelle istituzioni – Filippo Massaro e Filippo Vagnoli – rappresenta anche un vivo esempio di un Casentino più che mai unito ma dal basso, dai giovani e dalle loro potenzialità. 
Il Comune ha, inoltre, aperto le porte ai giovani, attraverso il progetto dei tirocini formativi. L’amministrazione ha sottoscritto delle convenzioni con le università vicine al territorio, ossia Università di Firenze, Università di Siena, Pisa e Bologna. Questo con lo scopo di offrire un’opportunità di crescita ai giovani e con lo scopo di migliorare i rapporti interpersonali. 
Accanto a questo è attivo il Servizio Civile che prossimamente verrà esteso ad altre persone oltre le sei attuali. 
L’Assessore competente Filippo Vagnoli commenta: “In questi anni le politiche giovanili sono state approcciate da un punto di vista diverso, per certi aspetti più concreto. Prima si parlava dei giovani, ora si parla “con i giovani”, ossia si condividono percorsi ed idee. Ma soprattutto si è puntato a creare opportunità vere di informazione, che è fondamentale, e di formazione, con una porta aperta al futuro. Per questo motivo sono molto soddisfatto di quello che siamo riusciti a fare anche al C3, puntando ad avere un punto fisso dove trovare strade nuove da percorrere. Non mancheranno altre iniziative future per dare ancora più spazi e spazio alle giovani generazioni”. 
Comunicato stampa Comune di Bibbiena