A Poppi nasce “Scuola Insieme”

“Scuola insieme”, un nome un destino dicevano i Romani.

Nello spirito di questa forte collaborazione tra mondo della scuola e famiglie è nato nell’Istituto Comprensivo di Poppi – prima esperienza in Casentino – dopo un anno di lavori e per volontà dei genitori e del dirigente, un Comitato genitori formato da tutti i rappresentanti di classe, ma aperto nelle iniziative a tutti i genitori che decidono di impegnarsi per aiutare la scuola a rispondere al meglio ai bisogni degli studenti e delle famiglie.

Alessandra Mucci Dirigente Scolastico dell’Istituto commenta: “Il Comitato ScuolaInsieme è un orgoglio del nostro piccolo istituto comprensivo, la dimostrazione che scuola e famiglia, in collaborazione, possono realizzare importanti progetti di miglioramento della scuola. La scuola è una comunità e i progetti realizzati in questa chiusura di anno scolastico fanno toccare con mano quanto sia importante l’unione di intenti tra le istituzioni e i genitori. Il Comitato è certamente uno strumento in tale senso”.
Collaborare al miglioramento dell’istituzione scolastica e contribuire ad un migliore raccordo scuola-famiglia sono tra le principali azioni che un Comitato Genitori può svolgere. Come da statuto sono stati individuati anche i partecipanti di due Gruppi di lavoro: uno di organizzazione della Festa di fine anno scolastico e uno sul genere, che si riunirà a breve per definire iniziative volte ad informare e formare i genitori sulle tematiche di genere, così da educare al meglio i propri figli al rispetto dell’alterità.
Un primo progetto che ha visto collaborare il Comitato con l’Istituzione scolastica e con l’Amministrazione, è stata la nuova area verde della scuola Primaria di Poppi, che i bambini hanno chiamato “il prato dell’Amicizia”, un luogo dove socializzare e vivere meglio il tempo trascorso a scuola, frutto anche dell’impegno diretto dei bambini stessi che con i loro progetti hanno immaginato come avrebbero voluto sistemare questo spazio, e del contributo di tutti i genitori, inaugurata ieri sera, martedì 31 maggio, con una bellissima festa di fine scuola.
Il primo gruppo di lavoro si è impegnato da subito nell’organizzazione della festa fine anno scolastico, che si terrà domenica 5 giugno a Badia Prataglia in un luogo magico – Campo dell’Agio – dove i bambini ed i ragazzi, si ritroveranno con le proprie famiglie a giocare e conoscere da vicino una perla del Parco Nazionale. Il ricco programma prevede il ritrovo nella piazza principale del paese alle ore 10,00 e la partenza a piedi per Campo dell’Agio, uno spazio verde circondato da alberi secolari. I più grandi e avventurosi possono invece raggiungere il luogo della festa partendo a piedi da località Capanno con due ore di cammino ed accompagnati da una guida del Corpo Forestale dello Stato. A Campo dell’Agio la festa sarà incentrata sulle figure mitiche e magiche delle tre fate di Badia Prataglia, da secoli oggetto di leggende e racconti nel paese e abitano in una spelonca vicino a questo prato dell’amicizia. Giochi della tradizioni, spazi dove si distribuiranno i giornalini scolastici, trucca bimbi, musica, gare divertenti a squadre, visita animata alla buca delle fate e la cerimonia ufficiale dei diplomi, saranno la sostanza di questa grande festa di fine anno scolastico che si concluderà nel pomeriggio con un momento conviviale, ossia la condivisione del dolce dell’amicizia.

Ultimi Articoli

Bergamo, cresce il Campus Tecnologico di Aruba: il più grande d’Italia

Cresce il Campus Tecnologico di Aruba a Ponte San Pietro: inaugurati 2 nuovi Data Center a prova di futuro e l’Auditorium Aruba Grazie ad...

Il diritto di vivere libere dalla violenza: un evento al Castello di Poppi

“Il diritto di vivere libere dalla violenza”: il 2 dicembre al Castello di Poppi un’iniziativa in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne.  E’ in...

Bibbiena piange Carla Casucci, colonna portante dell’associazionismo

BIBBIENA - Ci lascia Carla Casucci, dopo aver lottato con tutte le forze contro la brutta malattia che l’aveva colpita la primavera scorsa. I...