A Salvo Salvi la targa del sindaco davanti al Consiglio Comunale

A SALVO SALVI DETTO IL SALVINO LA TARGA DEL SINDACO DAVANTI AL CONSIGLIO COMUNALE PER RINGRAZIARLO DI ESSERE, CON I SUOI LIBRI, TESTIMONE ATTIVO DEL PASSATO

Il Sindaco e la Giunta, insieme a tutti i consiglieri, hanno accolto al Berretta Rossa di Soci, prima dell’inizio dell’ultima seduta del Consiglio comunale, il cittadino Salvo Salvi 91 anni, 13 libri al suo attivo, una grande forza d’animo e la passione per la memoria.

Il Sindaco ha voluto consegnare una targa a questo semplice cittadino che in pochi anni e grazie alla sua attività di scrittore e di cultore della memoria, ha saputo raccontare alle giovani generazioni il passato del suo paese, Soci, e del Casentino attraverso aneddoti di vita privata, storia comune, personaggi indimenticabili e quasi mitici e tradizioni.

Per questo l’amministrazione ha deciso di conferirgli un riconoscimento a poco tempo dall’uscita del suo tredicesimo libro dal titolo “Va pensiero. Dal salvino lontani ricordi e satire”. Anche in questo bellissimo testo edito da Fruska, c’è tutta la passione per il racconto, la memoria e la vita della piazza di Salvo detto Il Salvino. C’è un’Italia diversa, colorata, spesso lacerata, eppure bellissima in queste sue pagine di storia e satira. C’è la nostra provincia, il paese di Soci, come appariva ad un bambino che non ha poi smesso di essere curioso e di voler capire la sua attualità.

Il Sindaco di Bibbiena Filippo Vagnoli commenta: “Come giunta e consiglio abbiamo ritenuto fosse un gesto di riconoscenza dovuto quello di consegnare a Salvo questa targa. Lo dobbiamo ringraziare per un’opera di memoria che ha un’importanza fondamentale per capire i risvolti di un passato che spesso sfuggono alla grande storia. Salvo in questi anni di scrittura ci ha sollecitato a vivere il presente con consapevolezza, aspetto questo che rappresenta non solo un vantaggio ma un dovere che abbiamo nei confronti di noi stessi e della comunità. Questa vigilanza attiva, questo sentirsi partecipi di quello che accade intorno a noi, è la grande eredità di quest’uomo straordinario che siamo onorati di avere come cittadino del nostro comune”.

Ultimi Articoli

Inaugurazione del porticato della Casa della Salute di Rassina

La Casa della Salute di Rassina ha un nuovo porticato per accogliere i cittadini durante le attese ed evitare sovraffollamenti interni alla struttura. La...

Giornata della Memoria: due storie casentinesi

Un evento per NON DIMENTICARE: domenica 29 gennaio 2023 alle ore 16 a Poppi, in piazza Risorgimento, sarà celebrata la Giornata della Memoria con...

“ShepherdSchool”: nasce nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi la scuola per pastori e allevatori.

Pascoli e opportunità professionali con la zootecnia di montagna: dal mese di aprile partirà presso il centro di formazione "Officine Capodarno" (Stia) la "ShepherdSchool"....